Valter Chiappini (M5S Sarzana) interviene sulla Commissione Territorio per piano spiagge Marinella

SARZANA– Accogliamo con favore quello che sembra uscire dalle dichiarazioni del neo presidente della Commissione Territorio del Comune di Sarzana Mario Torre volte a manifestare un suo cambiamento di rotta rispetto alla partecipazione dei cittadini alle decisioni urbanistiche fin’ora dimostrata della Giunta Cavarra.
Purtroppo per lui, che pure cerca di adoperarsi per uscire dalla nassa in cui il suo partito, il Pd, l’ha cacciato nominandolo presidente della Commissione Territorio, non basta certamente convocare in Commissione un Ente come quello del Parco Montemarcello/Magra o citare un Ordine del Giorno per cancellare la contrarietà e l’ostracismo del Sindaco Cavarra, dell’ Assessore all’Ambiente ed alla Partecipazione Baudone e della maggioranza che sorregge l’attuale Giunta alla partecipazione dei cittadini sulle scelte urbanistiche prevista peraltro dalle norme.

Stride la Convocazione di un Ente che ha regolarmente protocollato le osservazioni al piano spiagge, ma non quella degli altri 10 soggetti che parimenti le hanno presentate. Che senso ha farsi spiegare le osservazioni dall’ Ente Parco, ma non dagli altri portatori di interesse che pure le hanno motivate con dovizia di particolari?
E perché citare un ordine del giorno neppure portato all’attenzione della Conferenza dei Capigruppo da parte del Presidente del Consiglio Comunale, che è pure PD come lui, per la calendarizzazione e che sicuramente non potrà neppure essere portato in Consiglio per la presentazione e votazione perché l’ inchiesta pubblica su cui decide esclusivamente la Regione è già stata concessa per il giovedì 24 p.v. e viene concessa esclusivamente su istanza alla Regione stessa di Associazioni riconosciute a livello nazionale?

Perché non citare ed accogliere invece, ad esempio, la nostra richiesta di portare in commissione il parere obbligatorio, per statuto e regolamento, della Consulta Comunale per l’ Ambiente che ancora non è stata neppure convocata, né, tantomeno, è stata inviata ai suoi membri la documentazione relativa al piano? Abbiamo ben spiegato e messo a verbale che senza l’esame il parere della Consulta in Commissione non riterremo valide le considerazioni della stessa. Eppure sembra di capire che Martedì prossimo sia prevista l’ultima convocazione della Commissione.

Spiace quindi constatare che il Partito che regge le sorti dell’ Amministrazione comunale mandi allo sbaraglio giovani volenterosi e forse poco avvezzi alle mistificazioni e strumentalizzazioni dei politicanti scafati, ma non per questo dobbiamo esimerci dal denunciare ancora una volta i tentativi di passare per trasparenti e democratici quelli che invece dichiarano, ufficialmente su documenti agli atti, di avere convocato i cittadini in assemblee pubbliche di cui non si ha traccia; quelli che oggi si appellano a cavilli regolamentari per non convocare organismi istituzionali di partecipazione sanciti da Statuto e Regolamento del Consiglio Comunale, ma si sono “dimenticati” di convocarli per due anni, per tacere degli anni prima, e senza neppure prendersi la briga, in questi due anni, di comunicare ufficialmente ai membri regolarmente nominati in Consiglio Comunale la loro nomina; quelli che convocano le elezioni delle Consulte Territoriali, anch’esse per regolamento tenute a fornire pareri alla Commissione ed al  Consiglio, dando ai cittadini solo 11 giorni per organizzarsi e presentare le liste, ma che non ne chiedono la convocazione delle assemblee per il parere pure previsto dai regolamenti.
Insomma: facciano pure i loro soliti giochini, ma non hanno ancora realizzato che, laddove potremo, non gliene faremo passare più neanche una?

(Valter Chiappini, Capogruppo MoVimento 5 Stelle Sarzana)

Advertisements
Advertisements
Advertisements