Museo Tecnico Navale della Spezia

Se sei interessato a saperne di più sulla storia militare, nel Museo Tecnico Navale della Spezia troverai molte cose interessanti, da modelli di vecchie navi italiane e resti di famose statue a collezioni di armi e prototipi di siluri. Senza dubbio è un monumento straordinario, motivo per cui molte persone decidono di visitare la zona durante le loro vacanze.

Museo Tecnico Navale

La Spezia ha un’importante storia marittima, poiché la cantieristica, la navigazione e la difesa hanno fatto parte dello sviluppo della città fin dall’inizio. Attraverso il Museo della Tecnica è possibile conoscere meglio l’origine navale, grazie al pool di una vasta e popolare collezione di oggetti correlati.

Il Museo Tecnico Navale si trova accanto all’edificio principale dei cantieri navali e apre le sue porte ogni giorno per i visitatori che desiderano conoscere la storia, fare un tour e scattare foto durante il loro viaggio. In generale è un monumento rilevante in Italia e, nonostante esista da più di un secolo, è ancora molto frequentato.

Vi invitiamo a leggere altri contenuti interessanti come questo, già disponibili sul nostro blog. Non perderli.

Storia del Museo Tecnico Navale della Spezia

Il Museo Tecnico Navale della Spezia è un monumento legato principalmente alle Forze Armate Italiane, che attualmente si trova all’ingresso principale dell’Arsenale.

A differenza del Museo Navale che si trova a Venezia, che si concentra molto di più sulla storia marittima e cittadina, il focus di questo monumento è tecnico. La loro specialità è l’equipaggiamento delle forze speciali, che sono state fondate a La Spezia e continuano a svolgere oggi un ruolo importante.

La sua origine risale agli anni 1860 e 1861, quando le forze navali di diversi stati italiani furono inglobate nella Marina Savoiarda meglio conosciuta come Regia Marina de Italia. Successivamente la direzione di Domenico Chiodo decise di fondare un nuovo porto, che fece sì che nel 1870 tutti i dipartimenti con sede a Genova, compreso il Museo, si trasferissero a La Spezia.

Da quel momento in poi, il monumento ricevette il titolo di Museo tecnico navale, ma fu improvvisamente attaccato dagli alleati dall’alto durante la seconda guerra mondiale, venendo distrutto insieme alla base e all’arsenale. Solo il 12 maggio 1958 è stato inaugurato un nuovo e moderno edificio, che ospiterà diverse mostre rimaste ed è il punto di incontro per i tour.

Collezioni ospitate nel Museo Tecnico Navale della Spezia

Il Museo Tecnico Navale della Spezia dispone di una sala dedicata all’esposizione di una pregevole collezione di modelli di navi italiane che rievocano l’epoca della navigazione nel paese. Inoltre, puoi vedere resti di navi della seconda guerra mondiale.

Tra i tesori più antichi c’è una collezione di polene, che appartenevano a vasi del XV, XVI e XVII secolo. C’è la misteriosa scultura femminile in legno, che ha il nome Atlanta ed è stata recuperata dalle acque dell’Oceano Atlantico nel 1866. Si crede che sia stata stregata, perché quando le persone la guardano non riescono a distogliere l’attenzione per un po’.

Un’altra stanza famosa è la sala dei veicoli, dove oltre a raccogliere centinaia di documenti dei secoli passati, è possibile vedere un prototipo della bomba che Rossetti e Paolucci usarono per affondare la corazzata austriaca Viribus Unitis il 1 novembre 1918.

Nella sala delle armi subacquee, invece, sono conservate diverse opere dello scultore Italo Bernardini, oltre a siluri utilizzati dalla Marina Militare nel 1875. Infine, il resto del Museo è ricco di cannoni del XVI secolo, bombardieri del 1784, mitragliatrici , medaglie di guerra e persino una documentazione degli esperimenti di Guglielmo Marconi.

Organizza una visita al Museo Tecnico Navale della Spezia e vivi un’esperienza culturale che fa la differenza. Senza dubbio, varrà ogni minuto che trascorrerai ad esplorarlo e farà parte di quell’indimenticabile viaggio in Liguria.