Tari Porto Venere: giù le tariffe, vittoria dell'amministrazione Cozzani.

PORTO VENERE– In questi giorni sono in consegna le bollette della tariffa rifiuti del comune di Porto Venere con una bella sorpresa per tutti i contribuenti. Infatti le bollette per l’anno in corso hanno subito una diminuzione rispetto all’anno passato che varia dal 3 al 15 percento in base al tipo di utenza. I maggiori beneficiari di questa diminuzione sono le imprese che nell’ultimo anno avevano ricevuto una dura batosta dalle cartelle della TARES e che adesso invece riusciranno ad avere una boccata d’ossigeno con un sensibile sconto sulle bollette deliberate dall’amministrazione comunale per cercare di allentare la morsa della pressione fiscale e arginare il perdurare della crisi economica. Bollette che nei primi giorni hanno lasciato un po’ di amaro in bocca poiché in prima battuta sembravano più alte rispetto a quelle dell’anno precedente, ma in realtà molti cittadini non hanno considerato che anche nel 2013 le rate sono state cinque e non solo tre: due decise dalla amministrazione Nardini prima delle elezioni e tre dopo le elezioni che hanno visto uscire vincitore l’attuale sindaco.

E per cercare i spiegare come leggere le bollette l’amministrazione ha spedito a casa di tutte le famiglie una lettera contenente una breve sintesi di tutti i tributi comunali e l’illustrazione delle modalità di pagamento degli stessi. Matteo Cozzani, Sindaco di Porto Venere, commenta: ” Siamo veramente molto soddisfatti e felici di essere riusciti a raggiungere questo importantissimo obbiettivo che ci eravamo prefissati l’anno scorso dopo aver subito quel forte aumento dovuto in parte alla nuova modalità di recupero del tributo e in parte all’aumento, applicato da Acam, che la precedente amministrazione ci aveva lasciato come eredità. Quest’anno avendo molto più tempo a disposizione per organizzarci siamo riusciti a limare il piano finanziario del gestore e di conseguenza ad abbassare le tariffe.” “Certo il nostro impegno non può ritenersi concluso – continua il Sindaco – abbiamo solamente completato la prima tappa di un lungo percorso che ci deve far tornare agli stessi livelli di tariffa che hanno gli altri comuni della provincia, considerando che il nostro ente è stato sempre quello più penalizzato.”

Altro dato molto importante riguardante il servizio di nettezza urbana è quello della raccolta differenziata che nello scorso luglio ha visto toccare la quota del 53 percento. “È un successo straordinario se si considera che è stato raggiunto durante il periodo di maggior afflusso di persone nel nostro territorio – afferma Cozzaniaver sfondato quota 50 ci avvicina sempre di più alla fatidica quota del 65 percento che ci porterebbe in testa alla classifica dei comuni per percentuale di raccolta differenziata insieme a Levanto e ci esenterebbe da eventuali multe o contestazioni da parte della corte dei conti. Questo è un dato che ci aiuta anche rispedire al mittente le critiche dell’opposizione guidata dall’ex sindaco Nardini che ci aveva criticato perché a suo parere la differenziata stava crollando e le tariffe ne avrebbero risentito. Invece, come al solito, – conclude Cozzani anche questa volta i numeri che non mentono mai, ci hanno dato ragione e per la prima volta negli ultimi 8 anni la tariffa dei rifiuti vede una diminuzione rispetto all’anno precedente, alla faccia dei gufi e di quelli come Nardini che tifano contro il bene del proprio paese pur di avere qualche argomento di cui fregiarsi nel confronto politico.”

Advertisements
Advertisements
Advertisements

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.