"Amici di Beppe Grillo La Spezia": faremo politica tra i cittadini, per i cittadini

LA SPEZIA- Si è svolta questa mattina la conferenza stampa di presentazione del gruppo Amici di Beppe Grillo La Spezia. Di seguito pubblichiamo la nota diffusa dagli aderenti.

Il gruppo “Amici di Beppe Grillo” della Spezia vuole fortemente ribadire in questa sede il forte attaccamento e riconoscimento degli ideali che hanno dato vita in tutta Italia al M5S, un Movimento che nasce dalla volontà popolare di riappropiarsi della politica e dunque della cosa pubblica. Purtroppo qui, come altrove, esistono modi e interpretazioni differenti di come questa spinta dal basso  vada esercitata, soprattutto quando essa è chiamata ad essere rappresentata nelle istituzioni . Purtroppo,  può succedere che qualcosa o qualcuno tenti di sovrastrutturare o organizzare il Movimento come un vero e proprio partito, distribuendo cariche  di fatto,  inconciliabili con i principi che ispirano questa “non struttura” politica. Ciò crea confusione, perché a parlare finiscono per non essere più i cittadini o chi li dovrebbe rappresentare e dovrebbe a loro in ogni momento rispondere dell’operato attraverso le plenarie, ma “altri soggetti” che non ne hanno titolo ne potrebbero averne.Ma la  nostra “presa di distanze” dal gruppo che fa capo ai consiglieri vorrebbe anche essere uno sprono per tutti coloro di buona volontà che lo vorranno a riavvicinarsi alla politica attiva attraverso appunto un “qualcosa” che può ugualmente farsi portavoce delle istanze dei cittadini. Lo può fare , evidentemente  nelle sedi istituzionali, tramite i molti consiglieri comunali che comunque ci rappresentano e lo può fare anche con metodi diversi, ma ugualmente validi e efficaci, attraverso pubbliche denunce, conferenze stampa (se voi giornalisti ci vorrete dare una mano), petizioni popolari e se è il caso presidi permanenti (come è avvenuto per Piazza Verdi). Le competenze e le motivazioni non mancano anche se i temi da affrontare sono molti e tutti molto complicati e impegnativi.

ACAM, i cui conti in “profondo rosso” continuano a gravare  pesantemente su gli spezzini.
DISCARICHE : Pitelli non è la sola “emergenza” presente nel nostro territorio e serve oggi più che mai un attento monitoraggio dei cittadini, affinché nessuno possa più barare quando in ballo c’è la salute pubblica.
ENEL : Siamo l’unica città dove ancora non si sa, con dati ufficiali alla mano, quanto la centrale a carbone incida negativamente sulla mortalità degli spezzini e sulle loro molte malattie cardio polmonari.
Strettamente collegato poi a questi argomenti c’è il recupero del territorio che non può che passare attraverso un capillare e ponderato programma di bonifiche.

Tutti vorremmo che la Spezia e provincia tornassero ad abbracciare una sua naturale “vocazione turistica” , ma vorremmo lo facessero con modi e tempi adeguati, costruendo cioè strutture in grado di accogliere le navi da crociera senza che ciò gravi ancora una volta pesantemente in termini di disagio e salute sulle spalle dei residenti. Vorremmo che i turisti  trovassero una città vivibile invece che devastata da cantieri aperti in ogni dove. Vorremmo che il mare lo potessero vedere veramente invece che solo in cartolina. Per far ciò però occorrono le bonifiche… e per bonificare bisogna prima, sapere su cosa e dove si deve con più urgenza operare. Il recupero del territorio potrebbe veramente essere la grande scommessa di questa città. Perché potrebbe creare migliaia di posti di lavoro, per anni. Con Porto Mirabello si è persa una grande occasione per restituire una parte importante alla città, per restituirla sana e utile. Sarebbe importante che errori così non si ripetessero. Molti di questi temi sono da anni rappresentati e sviluppati a La Spezia solo dai Comitati. Cittadini stoici , che sacrificando giornate intere , sottratte alla famiglia e al tempo libero, si dedicano anima e corpo alla città. Spesso solo grazie a loro e naturalmente a Voi giornalisti che gli date spazio, noi spezzini veniamo a conoscenza di situazioni che altrimenti rimarrebbero ignote.

Il nostro gruppo aprirà immediatamente un filo diretto con tutti i Comitati perché si vada oltre la semplice solidarietà e si cominci veramente a lavorare insieme utilizzando tutti i mezzi possibili per portare i tanti problemi della nostra terra nelle sedi competenti che siano queste le procure come il Palamento. A questo proposito inaugureremo presto un servizio informatico che attraverso l’uso del telefono permetterà a tutti i cittadini della provincia spezzina di farsi sentire ovunque. Non tutti hanno il PC e non tutti lo sanno usare.  In questa epoca di social network e alta tecnologia è forse giusto fermarsi un attimo e dare voce anche a chi è rimasto tecnologicamente un attimo indietro. Proprio  l’informatica può aiutarci a fare ascoltare anche  chi un PC non sa neppure accenderlo. Concludiamo dunque rivolgendo un invito a tutti i giornalisti seri e di buona volontà (e sappiamo che ce ne sono molti) ad aiutarci a fare politica meglio: Correggendoci e suggerendoci forme e modi per farci meglio capire ed ascoltare dalla gente. Questo è un piccolo gruppo, ma con un grande cuore innamorato della nostra città e delle nostre terre.

Aiutateci anche Voi a renderci utili.

                                                                                                AMICI DI BEPPE GRILLO – La Spezia

Advertisements
Annunci
Annunci

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.