Che cosa rappresentava l’esperienza del viaggio per i viaggiatori europei del Rinascimento e dell’età barocca? A partire soprattutto dai diari e dalle relazioni di viaggio, l’autore, Antoni Mączak,  ricostruisce tutti gli aspetti del “prototurismo” europeo, realizzando un libro di rara godibilità, dove l’erudizione storica si intreccia al gusto romanzesco per il particolare. Le condizioni delle strade e dei mezzi di trasporto; il traffico; il mondo delle locande e degli alberghi; i problemi dell’igiene e i pericoli cui sin era esposti; l’incontro con abitudini e mentalità diverse; tutta l’inesauribile tematica che anche oggi costituisce il fascino vero di ogni viaggio, rivive in una serie di episodi rigorosamente documentati.

Grazie anche alle numerose illustrazioni d’epoca, Viaggi e viaggiatori nell’Europa moderna (Editori Laterza) é un libro di rara godibilità, dove l’erudizione storica si intreccia al gusto romanzesco per il particolare.

Antoni Mączak (1928-2003) ha diretto l’Istituto di Storia dell’Università di Varsavia, dove ha insegnato Storia moderna. Si è occupato di storia economica, sociale e della cultura, con particolare riferimento alla Polonia.