LA SPEZIA- Anche oggi, come ormai da diversi giorni, ci arrivano informazioni dagli addetti ai lavori che l’ospedale Sant’Andrea di La Spezia continua a sporcarsi scoprendo pazienti positivi nella media di tre o quattro al giorno in quasi tutti i reparti.
Ora basta, chiediamo agli enti preposti, alle autorità sanitarie compreso i NAS di intervenire per verificare e avviare una bonificazione generale e necessaria per mantenere pulito l’ospedale.
Che si controllino tutti i reparti avviando percorsi tra sporco e pulito e si diano i DPI sempre.
Ormai è assodato che questa seconda ondata stia mietendo troppe vittime fra Medici, Infermieri e Oss
Sono troppi gli operatori sanitari che allo sforzo psicologico debbono aggiungere gli sforzi fisici che vengono richiesti per mantenere in piedi l’organizzazione dei reparti covid necessari alla gestione della pandemia.
E le aziende non ci aiutano. Anzi chiedono sempre maggiore disponibilità per coprire turni che altrimenti rimarrebbero scoperti. Perché non si è pensato, nei mesi di tregua, a nuove assunzioni per rafforzare il fronte. Perché non si vuole pensare ad internalizzare direttamente i 158 Oss di Coopservice?
Ora siamo stanchi, stiamo cedendo.
E se noi molliamo, cari cittadini, potrà solo andare peggio.
E la terza ondata, che purtroppo molto probabilmente ci sarà, non troverà più gli infermieri e oss nelle condizioni psicologiche e fisiche di poter far fronte all’emergenza.

USB Liguria.
USB Coopservice La Spezia.