LA SPEZIA- Sì, è proprio così: il Pisa in questo campionato è la “bestia nera” dello Spezia. Tra andata e ritorno forse ci abbiamo capito poco, forse gli episodi ci hanno penalizzato oltremodo, sta di fatto che dopo due prestazioni sprecone e poco ciniche con un pizzico di sfortuna, ne abbiamo ricavato zero punti.

Inutile negarlo, alla vigilia il sogno ci portava a veleggiare molto in alto, ma bisogna essere anche onesti: questo campionato è molto equilibrato e si deciderà forse proprio all’ultimo minuto dell’ultima giornata. Adesso il pensiero del tifoso spezzino è sempre lo stesso: “ne ghe vegno andae!
Siamo più seri e diciamola tutta: per la seconda posizione che da diritto alla promozione diretta, sarà una bella impresa, idem per la griglia playoff un bel cammino, ancora tutto da giocare. Del resto dopo ogni giornata conclusa ci sono risultati che destano sempre stupore. Vedremo adesso le prossime giornate, certo che il derby col Pisa è sempre particolare anche se fosse una gara “amichevole”: ecco il motivo dell’amaro in bocca.
Se magari avessi perso contro il Lanciano non avresti questo “bruciore” dentro che ti percorre la mente sin dalla conclusione della gara di andata, quando all’”Arena Anconetani” ne era venuta fuori una sconfitta beffarda.
Pazienza, voltiamo subito pagina, c’è da rimboccarsi le maniche e soprattutto da recuperare le energie psico-fisiche che in questo ultimo mese di campionato saranno fondamentali.
Testa e cuore alla partita di venerdì sera a Frosinone, un altro spareggio: tutto da giocare. Forza Spezia tutto è possibile!
Cristiano Sturlese