NAPOLI- Lo Spezia con una maglia nera carbone, nel giorno dell’Epifania, si veste da Befana donando carbone a Napoli. I ragazzi di mister Italiano soffrono, vanno sotto, rimontano in inferiorità numerica e si riprendono i punti persi per strada con un pizzico di fortuna. Il Napoli surclassa gli aquilotti, ma il bello è proprio qui: quando meriti meno, riesci a fare punti e così lo Spezia espugna il “Maradona” della città del Vesuvio: davvero #grassochecola e per il Napoli non resta che prendere #ilcarbone dalla Befana aquilotta.

Partita da sofferenza per il tifoso spezzino, ma sono tre punti che rimettono in carreggiata la formazione bianca. Peccato che le partite in Campania siano finite perché in questo campionato portano davvero bene: ultima vittoria a Benevento con i sigilli di N’Zola e Pobega, stesso spartito ieri sera a Napoli.
Nel secondo tempo bene gli innesti dalla panchina di Pobega per un deludente Deiola, e Gyasi per Agudelo. Si è visto anche in campo per una manciata di minuti il neo arrivato Saponara (prestito con diritto di riscatto dalla Fiorentina). Gara generosa e concreta per il difensore Ismajli, che poi è stato espulso troppo fiscalmente per doppia ammonizione.
Adesso serve fare punti in casa al “Picco” per ora terreno ostico, visto l’unico punto fatto e come contro il Bologna. Lunedì sera in posticipo arriverà la Samp di Quagliarella e l’ex Augello: sarebbe anche l’ora di vincere la prima tra le mura amiche in serie A: vedremo ma intanto #nonmollaremai!
Cristiano Sturlese