MILANO- Lo Spezia esce sconfitto alla “Scala del calcio” di sponda rossonera Milan: lo fa a testa alta perchè per quasi un’ora ha giocato testa a testa contro la formazione più blasonata di mister Pioli. Aquilotti che generosamente hanno tenuto botta per oltre un tempo, poi il Milan portandosi in vantaggio ha capitalizzato al meglio la gara, finendo in crescendo senza dar neppure allo Spezia il gol della “bandiera” che anni fa in coppa Italia gli era riuscito.

I ragazzi si sono dimostrati valorosi pur evidenti differenze che hanno fatto si di chiudere con un passivo forse troppo severo. Aquilotti che hanno dovuto fare a meno del #gala Galabinov, uscito anzitempo già nel primo tempo per infortunio, l’ennesimo da quando veste la maglia bianca. Il giovane “atalantinoPiccoli, classe 2001 ha così esordito in serie A con la formazione spezzina.

Mister Italiano nuovamente in giacca e cravatta (noi lo preferiamo in tuta ginnica),  forse porta male? Scherzi a parte, lo Spezia va alla pausa lunga per gli impegni delle nazionali con tre punti “in saccoccia” che sono un bel bottino, secondo le previsioni della vigilia.

Adesso a 24 ore dalla fine del calciomercato, vedremo le ultime operazioni del dg Meluso. Tanta curiosità riservano sia quelle in entrata (portiere e due attaccanti?) che quelle in uscita, vista la rosa parecchio abbondante. C’è solo da pazientare e poi finalmente sarà solo calcio giocato. La pausa di due settimane fa proprio comodo a mister Italiano e al suo staff: c’è da amalgamare bene la rosa, parecchio rinnovata, se son rose…

Cristiano Sturlese