LA SPEZIA- Sì  è tutto vero, lo Spezia conquista la serie A per la prima volta in 114 di storia. Questo mio brano è dedicato anche a coloro stanno contestando in questo momento, a tutti quelli che non ci hanno mai creduto e stanno festeggiando come quelli che erano presenti a Spezia-Sarzanese perchè solo quelli che ci sono sempre stati sanno bene come questo obiettivo è sempre stato una chimera. Un pensiero pieno di amore e malinconia è anche per tutti quei tifosi che da lassù ci stanno vedendo, e si sono goduti insieme a noi i ragazzi di mister Italiano e del ds #gerundio Angelozzi. Grazie patron Volpi perchè senza di lei in calcio alla Spezia sarebbe solo eccellenza o al massimo serie D, come preferirebbero quei contestatori senza cervello che mesi fa hanno voluto dire la loro in maniera maleducata. Grazie Spezia perchè contro il Frosinone è stata una sofferenza come nella tradizione spezzina. Un traguardo storico che da queste parti rimarrà per sempre scolpito all’interno del “Picco” vuoto pro covid-19.

Ieri sera davanti alla tv, o fuori dallo stadio la gente della nostra città ha sofferto ma alla fine al Frosinone non è rimasto che accontentarsi della vittoria di misura per 0-1.

Adesso chissà, via al calciomercato, al rebus stadio perchè cambiano le gestioni a palazzo ma la programmazione rimane sempre una chimera. Pazienza siamo questi, pronti a soffrire e anche se sarà per un solo anno, godiamocelA tuttA questa serie A.

Cristiano Sturlese