Compra italiano!” è una delle parole d’ordine di questo shopping natalizio 2020. Noi ci permettiamo di proporre “Compra spezzino!” ma, in questo frangente, non ci riferiamo ai muscoli del nostro golfo o allo Schiacchetrà di Corniglia, bensì ai libri, perché mai come quest’anno il Natale dei regali si presenta così ricco di novità editoriali messe a punto da autori spezzini.

Ecco quindi una carrellata di titoli che per la loro “spezzinità”, a nostro avviso, meritano di essere messi sotto il proprio o altrui albero di Natale.

“…Nessuno” di Alberto Cavanna (Mursia edizioni). Per chi ha amato o ancora non conosce il Corsaro dell’Imperatore e pirata in Alto Tirreno Giovan Batista Caviciòli detto Bacicio do Tin, comandante del veloce Lampo e battezzato a Portovenere nel 1785, ecco il sequel o prequel “…nessuno” del fortunato e super premiato libro Bacicio do Tin di Cavanna (secondo classificato al Bancarella 2004) che permetterà di rievocare la figura del pirata spezzino attraverso gli occhi di un giovane ufficiale inglese imbarcato su una delle navi che gli davano la caccia anche nelle acque della nostra riviera di Levante. Oltre che le vicende del pirata e del suo antagonista John Digby sarà un piacere immergersi in quelle ambientazioni e ricostruzioni marinare che solo il Cavanna può tratteggiare grazie alle sue indubbie competenze nautiche dell’epoca.

Lo scudetto dello Spezia” di Armando Napoletano (ed. Giacchè). Mentre le Aquile combattono con onore nella loro prima serie A è doveroso leggere la storia dello scudetto onorifico vinto dai VV.FF. Spezia nel torneo di guerra del 1944 in pieno conflitto mondiale dopo epiche partite contro il Grande Torino di Valentino Mazzola e il Venezia. L’occasione ce la fornisce lo scrittore e giornalista del Secolo XIX Armando Napoletano che ha ricostruito in ogni dettaglio una vicenda che, per il contesto in cui è nata e sviluppata assume i toni di una leggenda da conoscere per rendere orgoglioso chi ama la città di Spezia e lo Spezia.

 “Un film già visto” di Giuseppe Rudisi (ed. Mnamon). Tutta spezzina l’ambientazione dove la narrazione di questo romanzo si snoda. È la storia di Patrizia, studentessa negli anni 70 del Costa e ballerina di danza classica e poi direttrice di una scuola che si intreccia con quella di Federico, a sua volta studente del Pacinotti e poi consulente aziendale di successo le cui sorti prendono improvvisamente una direzione molto drammatica. Il libro è anche un fedele ritratto della nostra città e delle dinamiche tra i ragazzi dell’epoca alla fine degli anni 70 tra incontri in Piazza Verdi, concerti ai giardini per le feste dell’Unità, la farinata dalla Pia e i cineforum al Cinema Garibaldi. È un romanzo pluripremiato in vari concorsi letterari nazionali da leggere d’un fiato, non solo perché la narrazione è dotata di una certa suspense e di risvolti inaspettati con tanto di colpo di scena finale ma anche per lo stile scorrevole dell’autore che fa scivolare via le parole con leggerezza rendendo la lettura fluida e gradevole.

Lerici: Poesia in cammino” di Adriana Beverini (Cartacanta editore). Ultimo dei 15 libri su storia locale e letteratura scritto dalla Prof.ssa Beverini, Presidente del Premio Nazionale Montale “Fuori di casa” e socia fondatrice del Lerici Pea–Golfo dei Poeti. “Lerici. Poesia in cammino”.(qui la recensione) con sottotitolo “Vademecum per viaggiatori consapevoli” è congegnato come un viaggio immaginario dell’autrice con il lettore da accompagnare da San Terenzo a Lerici dove vengono via via svelati particolari biografici di Percey Bysshe Shelley e della moglie Mary, autrice del celebre Frankenstein, con ampi stralci delle loro opere più intimamente connesse a Villa Magni e San Terenzo nonché una presentazione della Walk of Poetry con i pannelli metallici esposti sulla passeggiata dedicati ai grandi poeti giunti a Lerici per insignirsi del Premio Lerici Pea-Golfo dei Poeti “alla carriera”, chiude il libro una preziosa e inedita selezione di liriche dei molti grandi poeti, anche contemporanei, che hanno celebrato Lerici e il Golfo dei poeti.

L’incanto dell’onda” di Daniela Feltrinelli (Edizioni Helicon) Spazio alla poesia con la poetessa spezzina che è giunta alla pubblicazione della sua seconda silloge composta da oltre 50 liriche. L’autrice ama definirsi “la poetessa delle isole” per il suo profondo legame con la Palmaria e il Tino. Questi temi dopo il suo libro d’esordio “isole Vicine” sono ripresi in questa nuova raccolta di liriche che si snodano tra natura, amore, sentimenti, suggestioni divenendo attimi che lasciano il segno nel lettore con la grazia discreta di chi non vuole irrompere nel mondo altrui, ma solo suggerire fugaci momenti di emozione condivisa. Molte delle poesie contenute nel libro e la raccolta stessa hanno ottenuto importanti riconoscimenti da giurie specializzate tra Toscana e Liguria.

“Fantasmi” di Gino Ragnetti (ed. Giacchè). Ultima fatica del noto cultore della storia spezzina che, con questo libro, ci porta alla scoperta di paesi fantasma, borghi abbandonati, antiche città e luoghi leggendari della nostra provincia e non solo. E’ una ricostruzione accurata e documentata, corredata da foto e mappe di oltre centinaia di luoghi ameni come per esempio le rovine di Barbazzano, antico comune abbandonato nel XIV secolo a causa della peste che poi ha originato Tellaro. Il libro di Ragnetti, in tempo di zone arancioni e gialle che limitano gli spostamenti fra comuni e regioni, può essere un prezioso vademecum per scoprire a pochi passi da noi luoghi arcani e misteriosi di cui non ne supponeva neanche l’esistenza.

L’ombra di Iside” di Marco Buticchi (ed. Longanesi). L’autore, lo sappiamo, è fra gli scrittori italiani d’avventura di maggior successo, è anche tradotto all’estero e per la sua originalità narrativa se la gioca alla pari con big stranieri come Wilbur Smith, Clive Clusser o Patrick o’Brian grazie ai suoi milioni di copie vendute. Inevitabile in questo Natale tuffarsi nel suo nuovo romanzo che ci porterà nell’antico Egitto attraverso Sara Terracini, esperta archeologa che dovrà tradurre decine di tavolette di argilla affiorate dalle sabbie del deserto che contengono il diario della guardia del corpo di Cleopatra. Ne scaturirà un enigma da risolvere dietro cui si cela una minaccia. Dunque, una nuova avventura che si aggiunge agli altri 13 best seller di grande successo della serie che ha come protagonisti Oswald Breil e Sara Terracini.