LA SPEZIA – Continuare a vedere la luce, anche quando le difficoltà ci fanno camminare nel buio. La stessa luce che i volontari della Croce Rossa della Spezia in questi giorni stanno cercando di portare alle persone senza dimora, che vivono all’aperto in diverse zone della città, per cercare di far passare loro un Natale migliore. Così ieri sera le Unità di strada della CRI, insieme al Presidente Luigi De Angelis e al consiglio direttivo dell’associazione, hanno svolto un servizio straordinario di assistenza, consegnando ai senza dimora non soltanto generi di prima necessità, come fanno regolarmente, ma anche dei piccoli regali in segno di vicinanza ed affetto, per combattere la depressione, l’ansia e la paura che in questo periodo le persone più colpite dall’emergenza Covid-19 devono affrontare.

Le “scatole di Natale”, donate da numerosi cittadini grazie a un’iniziativa di Annamaria Annicchiarico e Marion Pizzato con il patrocinio della Provincia della Spezia, contengono un indumento per combattere il freddo di questi giorni, un prodotto per l’igiene personale, un dolciume, un passatempo (come un libro o un piccolo gioco per i bambini) e uno speciale biglietto di auguri.
“A volte basta una parola di conforto o semplicemente una persona pronta ad ascoltare per riuscire ad affrontare meglio le gravi difficoltà di questo periodo – commenta il Presidente della Croce Rossa spezzina Luigi De Angelis – Per questo abbiamo voluto far sentire la nostra vicinanza alle persone senza dimora che assistiamo regolarmente, distribuendo non soltanto generi alimentari, ma anche piccoli pensieri natalizi donati dagli spezzini. L’attività non si fermerà qui, ma proseguirà anche nei prossimi giorni, perché durante queste feste molto particolari è nostro dovere stare vicini agli ultimi”.