LA SPEZIA- La rassegna inizia lunedì 27 luglio, con un doppio appuntamento a Bonassola (La Spezia) dagli amici del Festival Nuove Terre – Le Arti della Scena.

Il festival, giunto alla sua ottava edizione e organizzato da Officine Papage, quest’anno è stato rimodulato e declinato attorno all’attualissimo tema della distanza con un claim ironico e marino, mutuato dalle indicazioni dei prodotti solari: “Fattore di protezione minimo: 1 mt”. Proprio sul tema della distanza si sviluppa l’azione laboratoriale del giovane, talentuoso duo italo-francese Bernabéu Covello “Accanto”.
Il duo darà quindi appuntamento alla sera stessa al cinema all’aperto La Bussola, con il loro premiatissimo “Un po’ di più”. I due personaggi si immergono in un viaggio alla scoperta di sé e dell’altro.
Trailer : https://vimeo.com/328727138

Secondo appuntamento, sempre a Nuove Terre, lunedì 10 agosto a Framura (La Spezia), località Costa, con un’altra giovanissima compagnia, già vincitrice di premi tra i quali la rassegna nazionale di teatro emergente under35 InTransito: I Pan Domu Teatro. Il loro “Assenza Sparsa” riflette in maniera intelligente e profonda su un tema delicatissimo e spesso negato: tutti siamo (o cerchiamo di essere) preparati alla morte e alle sue varie forme. Ma la non morte cos’è? Come si affronta la sospensione tra la vita e la morte?

L’incursione di Concentrica in Liguria si concluderà martedì 25 agosto sempre in località Costa, Framura (SP) con la piemontesità della MadamA Bovary di Lorena Senestro. L’universo di Flaubert e l’ambientazione del suo celebre romanzo si trasformano nella bruma che aleggia sui prati della pianura padana, definendo la vita di provincia nella sua dimensione assoluta, esistenziale