Questo terribile 2020 Covid ha praticamente bloccato il mondo del teatro,  ma fra Dcpm  e zone diversamente colorate i principali festival e concorsi nazionali di teatro non professionistico hanno avuto modo di essere svolti, talvolta nella forma classica davanti ad un pubblico ridotto e distanziato, talvolta attraverso nuove forme necessariamente nate in pandemia, come quella “social”. Il 28 dicembre si è svolta via web su youtube e facebook la diretta della premiazione del Festival-Concorso Teatrale Internazionale “Città di Chivasso” 2020 IV Edizione, organizzato dalla Officina Culturale Aps, e la Compagnia degli Evasi si è aggiudicata il Premio Social con lo spettacolo “Senza Hitler” che è risultato il più votato fra gli spettatori internazionali avendo avuto quasi 1300 visualizzazioni e 430 like.

<Per la Compagnia degli Evasi è stato un 2020 pieno di successi, racconta il direttore artistico Alessandro Vanello, lo spettacolo “Senza Hitler” di Edoardo Erba, del quale ho curato la regia, coadiuvato da Luigi Gino Spisto alle luci, ha avuto la sua consacrazione nazionale  vincendo numerosi premi, grazie ad un cast più volte “nominato” dalle giurie, Riccardo Avanzini, Lucia Carrieri, Nicoletta Croxatto ed Andrea Carli, nella parte di Hitler, che è stato giudicato per ben 6 volte il Miglior attore, ponendolo in assoluto ai livelli più alti fra gli attori non professionisti avendo sbaragliato la concorrenza anche alla 73° edizione del prestigioso Concorso di Arte Drammatica di Pesaro >.

Sette vittorie dunque, che qui di seguito elenchiamo con le relative motivazioni rilasciate dalle Giure tecniche :

11° edizione del Festival Nazionale di Teatro Città di Montecarlo “L’Ora di Teatro – Un Sipario aperto sul Sociale”  Premio Miglior Attore ad Andrea Carli: Una interpretazione intensa ed emozionante che evidenzia per tutto lo spettacolo il terrificante delirio del dittatore tedesco. L’attore non perde mai il proprio personaggio, creando una tensione scenica che ammalia lo spettatore, che si trova davanti la maschera tragica di un folle perduto nella propria solitudine emotiva. La vibrante recitazione esalta ogni piccolo particolare del viso e della postura tutta con le mani che recitano da sé quasi staccate dal tutto il resto del corpo, ed infine la infastidente e penetrante voce, valore aggiunto di una mirabile prova d’attore.

3° edizione Concorso Nazionale Carlo Dapporto – Sestri Levante GE, Premio Miglior Attore ad Andrea Carli : per aver interpretato un personaggio complesso con la dovuta preparazione di un professionista.

Granteatro Festival Federgat 2020 – Verona, Premio Miglior spettacolo Giuria Giovani : l’insieme delle doti recitative degli attori, sotto una direzione registica magistrale, hanno permesso alla nostra giuria un viaggio in un mondo ucronico, premessa che può facilmente scadere nel ridicolo o nel nonsense assolutamente plausibile, permettendo di osservare con un occhio diverso la follia di un uomo che nel nostro tempo ha portato alle peggiori tragedie del novecento ma che in questo spettacolo abbiamo visto imprigionata ed inespressa nella misera vita di un uomo mediocre ed inquietantemente familiare. Un ultimo ringraziamento va a chi la lavorato alle luci ed alla scenografia dando un taglio visivo, quasi cinematografico, a questo piccolo capolavoro. E Premio Miglior attore ad Andrea Carli : ha affrontato con sorprendente e completa immedesimazione un ruolo impegnativo, dettato da un testo complesso, coraggioso e per certi versi scomodo. Andrea Carli capace di profonda e costante identificazione, riesce a far emergere di fatto l’inaspettata visione psicologica di una delle figure più drammatiche della storia.

73° Concorso di Arte Drammatica di Pesaro 2020, Premio al Miglior attore ad Andrea Carli  e 3° Premio nella classifica al Miglior Spettacolo.

Premio Fita Liguria “Tre Caravelle 2020” al Miglio Spettacolo ligure, e rappresenterà di diritto la Regione Liguria al Prossimo “G.P.T.A. Gran Premio del Teatro Amatoriale 2021, ed il Premio “Pietro Scotti 2020” al Miglior attore ligure ad Andrea Carli.

Ma i premi totali arrivano a 10 se aggiungiamo i  due premi vinti nel novembre 2019 alla XI edizione del Concorso Nazionale “Folle d’Oro” di Fossano, Premio al Miglior spettacolo: per aver saputo affrontare un personaggio difficile e malefico come Hitler da un’angolatura inusuale e inaspettata: un testo coraggioso e acutissimo che giocando con l’ucronia procede – postmodernamente e “alla Tarantino” – ad una personale ed originalissima riscrittura della Storia. Una precisa messa in scena curata dei minimi dettagli ed un efficace utilizzo delle luci, hanno reso perfettamente il senso di claustrofobia e di oppressione che suscita il testo. E Premio al Miglior attore  ad Andrea Carli: l’attore, con intensità e una strabiliante forza interpretativa, ha dato corpo e voce ad un personaggio “difficile” e “odioso” come Adolf Hitler senza mai perdere, durante al messa in scena, alcun riferimento al poliedrico ruolo assegnatogli, pur in presenza di diversi cambi di registro attoriale. Ha reso magistralmente verosimili le molteplici sfaccettature della impegnativa parte interpretando, in modo encomiabile e senza alcun cedimento, gli stati d’animo e le caratteristiche fisiche e caratteriali del personaggio.

Inoltre “Senza Hitler” è stato selezionato fra i 6 migliori spettacoli italiani dell’anno al prestigioso Festival Nazionale Mecenate XL di Roma pur non ricevendo riconoscimenti, e nello scorso ottobre è andato in scena davanti al pubblico distanziato al Concorso Nazionale “Città di Merate”, e in Puglia al Festival Nazionale “Di scena a Fasano” , che verranno portati a termine nel 2021, quando lo spettacolo tornerà in scena finalista anche alla 12° edizione del  Concorso Nazionale XS Città di Salerno.

Altro prestigioso riconoscimento ottenuto dagli Evasi alla VII edizione del  Concorso Nazionale “San Giorgio in scena” di Mantova, dove Deborah Grassi si è aggiudicata il Premio alla Miglior attrice quale protagonista dello spettacolo “Vizio di Famiglia” di Edoardo Erba sempre con la regia di Vanello.

<Nella speranza che la vaccinazione e la buona sorte riportino la normalità nel nostro quotidiano, chiude Vanello, contiamo di tornare prima possibile a calcare i palcoscenici con nuovi progetti spettacoli ed eventi; la Compagnia degli Evasi augura il miglior 2021 possibile a tutti>.