AMEGLIA- Nel dicembre del 2019 vennero abbattuti  75 pini marittimi che secondo un parere redatto da  un’agronomo su incarico del comune nn lasciavano dubbi sullo stato di salute di tale piante lungo la litoranea a Fiumaretta nella frazione di Ameglia.

A detta del sindaco Andrea De Ranieri sarebbero stati sostituiti successivamente da alberi di ciliegi e di Giuda.
Leggendo un articolo dell’opposizione  Insieme per Ameglia parrebbe che sia stato affidato un incarico ad un esperto di redigere una ‘relazione paesaggistica e valorizzazione d’incidenza necessarie per acquisire le autorizzazioni al riempimento di alberature idonee’.
Ad oggi tale piantumazione non è ancora avvenuta e mi chiedo se questa relazione chiesta dal Comune stesso sia mai stata redatta.
Io credo che prima di tagliare questi pini secolari sarebbe stato d’uopo acquistare, prima che avvenisse tale  scempio, gli alberi promessi dal primo cittadino per non lasciare una ferita aperta in quel di Fiumaretta.
È desolante passare in quel tratto di strada e vedere più ciò che per anni rappresentavano quei pini a  noi gente del posto che li abbiamo sempre visti lì e per i ‘foresti’ stessi.
Mannoni Maria Silvia