AMEGLIA- Il Comune di Ameglia ha ben pensato di traslocare lo sportello Acam/Iren nella sede comunale.

Tale sportello prima aveva adeguata collocazione alle scuole nella frazione del Cafaggio, dove gli abitanti potevano accedere comodamente senza alcun problema.
In seguito a tale spostamento invece si sono venute a moltiplicare le difficoltà di usufruizione di tale servizio.
In primis ora, bisogna contattare direttamente il numero verde adibito a tale prestazione, con interminabili attese prima che l’operatore addetto risponda.
Dopo di che ti invitano (seppur gentilmente) ad inviare la tua richiesta tramite apposita Email: e qui casca l’asino!
Vari utenti hanno riscontrato numerosi problemi, tra cui il fatto che Acam o chi di dovere, successivamente non contatta in pratica quasi nessuno.
Ora mi domando: “ma è possibile un disservizio di questo tipo“?
Poniamo l’ipotesi che un utente non sia avvezzo all’uso di internet, magari solo perché anziano, come fa ad inviare/ ricevere la relativa Email???
Con quello che si paga di Tari, del resto, il minimo era lasciare lo sportello suddetto alle scuole, come servizio veramente funzionante.
Perché complicare sempre la vita dei cittadini in tal maniera?
Scusate se  certe domande una cittadina se le pone.
Mannoni Maria Silvia