LA SPEZIA- I tempi per fare un ragionamento serio ormai sono maturi; la storia dei 158 Oss deve assolutamente arrivare il prima possibile ad un lieto fine. Che la Regione convochi urgentemente i sindacati e quei politici di buona volontà. Nessuno di noi è contro un concorso Regionale o la mobilità che permetta a Oss spezzini di rientrare a lavorare nella propria provincia. Quando l’assessore Viale ormai due anni fa, fece questa proposta elettorale per fare entrare nelle Asl Liguri nuovi operatori socio sanitari, ad onor del vero fu pure una bella pensata, se non fosse che ne lei ne il suo staff, conoscevano minimamente l’anomalia spezzina degli Oss di Coopservice in appalto da venti anni. I concorsi in genere si fanno per i posti vacanti, non per posti già occupati, senza contare che mentre in Asl 1 o 3 la richiesta era di tre o quattro Oss, invece a La Spezia sarebbe stata di quanti? Aggiungo che la nostra età media è di cinquanta anni, ora immaginiamoci partecipare a un concorso dove oltre a lavorare, arrivati a casa sfiniti, ci dovessimo mettere pure a studiare, magari, in concorrenza con giovani provvisti di maturità o altri titoli di studio superiori, mettiamoci anche la questione psicologica, che se loro passano entrano in Asl se invece perdono al massimo si ritrovano nelle condizioni attuali, noi al contrario se vinciamo bene, se invece non passiamo, perdiamo il nostro posto di lavoro, ecco perché nasce la proposta dell’azienda in House, che tutt’ora riteniamo unica alternativa ad un assunzione diretta. Il nostro non è un capriccio, il nostro è un diritto, vogliamo mantenere il posto di lavoro, punto. Da fonti ufficiali sappiamo che il fabbisogno di Oss in Asl 5, è di 230 circa, bene assumeteci, noi siamo 158, parallelamente fate rientrare tramite mobilità o graduatoria, gli Oss spezzini, già assunti in Asl che lavorano fuori privincia, ancora, avete la possibilità di attingere da un eventuale concorso di altri 20/30 Oss che formerebbero nuova occupazione. Questa per noi rimane l’unica strada se volete realmente risolvere questa drammatica situazione, altrimenti vi dovrete prendere la responsabilità di aver creato voi una disoccupazione che nel numero rischia di diventare storica!!!

(Gli Oss di Coopservice)