LA SPEZIA- Ad agosto verrà pubblicata in rete la mostra fotografica virtuale “Non più come prima, com’è cambiato il mondo attraverso la street photography” organizzata da Studio18 di La Spezia che racconterà, con il taglio fotografico di affermati street photographer nazionali ed internazionali, uno spaccato di quanto succede in Italia e nel mondo dopo l’avvento del Covid: come sono cambiate le abitudini delle persone, le quarantene, la convivenza con il virus, le nuove abitudini dei cittadini e le distanze sociali, il lavoro con lo smart working e il ritorno alla normalità il trasporto e la nuova mobilità con mezzi pubblici e privati, l’amore e gli affetti personali, la scuola e lo sport, le fasi della ripresa, la socialità e il rispetto delle regole, la nuova comunicazione, il modo di viaggiare, di lavorare e di divertirsi.  Se la fotografia è anche e soprattutto testimonianza, informazione e documentazione, quello che stiamo vivendo rappresenta il terreno più fertile sulla scia dei grandi reportage e non semplicemente declassato a fatto di cronaca.

Forse alcune immagini potranno suscitare reazioni diverse e contrapposte, possono risultare ironiche o drammatiche, inconsuete o sorprendenti, tutte comunque legate fra loro da un “fil rouge” che impone riflessioni sul delicato momento che stiamo vivendo. E se lo sguardo attuale rivolto a queste foto può sembrare intriso di provvisorietà, di transizione, di momentaneità, in un futuro non molto lontano esse faranno riflettere e non poco sul pericolo che abbiamo corso e, speriamo, relegato al passato.

Organizzatori e coordinatori della mostra Mauro Baraldi e Italo Tosti, supervisor e selezionatore delle immagini di qualità il Maestro dell Fotografia Cesare Salvadeo.

Hanno aderito all’iniziativa 40 autori di fama nazionale e internazionale specializzati nella street phothography: Anunnaki Andrew, Ahmed Walid, Baraldi Mauro, Bernardini Alessio, Brown Al, Carrara Tommaso, Chiusa Alessandro, Dinoi Davide, Elli Andrea, Fenimore Steph, Ferrer Joel, Heinitz Jenny , Irek Romek, Kivircik Cem, Linch Mark, Makmak Lam, Malinowska Aneta, Melis Anna, Mihai Delia Ramona, Mordashev Roman, Murru Tore, Orsini Beatrice, Pellegrini Daniel Dan  Perepelenko Denis, Piseddu Davide, Pisitatthakul Paramin, Purpura Francesco, Raya Chris, Riente Angelo, Roghi Annamaria, Rowland Russ, Saad Mina, Schianchi Alma, Sutida Aor, Tosti Andreia, Tosti Italo, Tregua Giuliana, Ueno Rei, Wang Yi-Tang, Yawan Budi

L’opera finale, per il valore artistico, sociale e documentale gode del Patrocinio del Comune della Spezia.

La mostra e tutte le fotografie sono visionabili nel sito  studio18exhibition.jimdo.com, e su tutti i social dove l’Associazione Culturale Studio18 e’ presente.