LERICI – Nasce l’associazione “Enrico Calzolari pro Monte Caprione”, costituita allo scopo di approfondire la ricerca e valorizzare il patrimonio naturalistico, storico e culturale del Monte Caprione.

L’attività perseguirà finalità di utilità sociale legate all’educazione, istruzione e formazione professionale, alla salvaguardia e miglioramento delle condizioni ambientali, alla tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e paesaggistico, alla promozione e diffusione della cultura.

L’associazione, senza scopo di lucro, avrà la sua sede nei locali della Pubblica Assistenza di Lerici e opererà sullo studio del Monte Caprione lungo tutto l’arco temporale della sua frequentazione umana attraverso l’utilizzo e lo studio della geologia, botanica, antropologia ed etnografia.

La finalità sarà quella di raccogliere, analizzare e catalogare quanto disponibile sull’area, creando uno strumento di lavoro per coloro che vogliano approfondire le indagini e fornire risultati sul suo sviluppo.

“L’associazione porta il nome del professor Enrico Calzolari, la cui figura è profondamente legata a Lerici e a cui dobbiamo la scoperta e la valorizzazione del Caprione e di tutti i suoi segreti e tesori storici e culturali – spiega il sindaco Leonardo Paoletti -. Prima tra tutti la farfalla dorata, che si deve alla sua profonda passione e curiosità scientifica. L’Associazione è un giusto punto di arrivo e di partenza per valorizzare tutto il lavoro del professor Calzolari e promuoverlo assieme al nostro territorio”.

“La nascita di questa associazione è la continuità di quanto asserito nel documento del mio insediamento: riscoprire e dare voce al sommerso storico del nostro territorio – aggiunge il commissario del Parco di Montemarcello Magra Vara, Pietro Tedeschi -. Quella della partecipazione volontaria di persone che da sempre si occupano di storia e archeologia del territorio è la fotografia migliore. Il fatto poi che l’associazione sia dedicata al professor Calzolari, semiologo d’ambiente e cultore dell’archeoastronomia, mi commuove, perché Enrico, oltre a essere lo scopritore della farfalla dorata, è stato anche un grande collaboratore e amico del Parco di Montemarcello-Magra-Vara”.

Comporranno il consiglio direttivo dell’associazione: il presidente Attilio Bencaster, il vicepresidente Andrea Calzolari, il segretario Gino Cabano, il tesoriere Emilia Petacco, il consigliere Sergio Mancini.