SIENA- Non solo il Palio del Golfo di Spezia, ma anche le due edizioni del Palio di Siena quest’estate non verranno disputati. Nella città toscana non si sono persi d’animo, un palio straordinario per autunno comincia a configurarsi mentre il prossimo 2 luglio, che è la data nella quale, per tradizione, ogni anno si corre il Palio di Siena, la Sensi Arte, che è una radicata galleria d’arte del senese, inaugura un’importante mostra dell’artista inglese Susan Leyland.

Francesca Sensi, la portavoce della galleria, ne spiega le ragioni e in particolare il legame dell’evento con il Palio di Siena: “L’obiettivo della nostra iniziativa è ripartire, tornare a esporre, organizzare eventi, a rimotivare le passioni. Partiamo da dove viviamo, usciamo in strada, apriamo le porte di casa: noi siamo il Made in Italy, siamo tradizione, cibo, arte, bellezza e coraggio. La nostra casa è nel cuore di Siena, nella Contrada della Selva, a due passi dal Battistero e con vista panoramica sulla città, scenario perfetto che coniuga medioevo e contemporaneo. Qui ospiteremo la mostra della Leyland con sue opere inedite interamente dedicate al cavallo. Lei è una scultrice di professione, molto nota nell’ambiente artistico che, per la prima volta, si confronta con il tema del Palio che ha interpretato per la Contrada della Selva. Caratteristica poetica dell’artista è restituire al cavallo un’aurea di selvatica nobiltà, rispettando il carattere profondo dell’animale e la sua autentica natura. Tutte le opere sono realizzate artigianalmente con fare lento e preciso: la materia porosa della terracotta viene modellata e levigata con morbido segno, lasciata asciugare all’aria e poi cotta ad alta temperatura. Il risultato è un’opera scultorea di grande armonia estetica. Le Opere di Leyland sono identificabili dalle nuance dei bianchi magnolia, borotalco, avorio. Per questa occasione ha realizzato dei bassorilievi e delle sculture a tutto tondo dedicate all’ ultimo palio vinto dalla Contrada, il 16 agosto 2019, che ha visto il trionfo con un cavallo scosso (senza fantino). La mostra è dedicata ai senesi, alla corsa in Piazza, al cavallo come metafora perfetta di una comunità tutta che vuole riappropriarsi della vita e della sua viva energia”.

In armonica collaborazione con il Priore della contrada della Selva, il progetto espositivo verrà ampliato nelle sedi istituzionali della Contrada. La mostra sarà visitabile nei giorni di ferragosto presso il Museo della Selva e nei giardini adiacenti alla Chiesa di San Sebastiano.

Francesca Sensi tiene a precisare che per i noti motivi la mostra sarà visibile solo su appuntamento, Vernissage il 2 luglio ( +39 3339091367 per maggiori informazioni) e visibile a tutti per il Finissage del 16 Agosto in occasione della Festa Titolare.

CALENDARIO APPUNTAMENTI

Casa Selva: i cavalli di Susan Leyland, Siena

Vernissage: il 2 Luglio ore 18.00 

con la presenza dell’ artista Susan Leyland e Stefano Marini, Priore della Selva  e i giorni 3, 4, 5 Luglio, presso l’appartamento privato della Galleria (solo tramite appuntamento al 3339091367)

Finissage: il 16 Agosto ore 19.00

e i giorni 14, il 15, 16 Agosto presso il Museo della Contrada, piazzetta della Selva 3, in occasione della Festa Titolare della Contrada orari 10.00- 12.00 e 16.00 -19.00 ( fuori orario 3339106878 )

INFO: Sensi Arte, 333 9091367, sensiarte@sensiarte.it

Museo della Selva, cancelleria@contradadellaselva.it, Piazzetta della Selva 3, Siena

MAGGIORI INFORMAZIONI:

Susan Leyland è artista di fama internazionale: al suo attivo numerose esposizioni in gallerie private e musei, commissioni prestigiose in collezioni private e di recente vincitrice del concorso per la realizzazione del War Horse Memorial, in Ascot, UK. Le sue sculture sono pezzi unici, modellati in una creta artistica semi-refratario o in bronzo.

Susan Leyland ha preso parte ed ha tenuto mostre individuali in diversi paesi e città del mondo in UK, USA, Italia, Svezia, Francia e Germania. Il suo lavoro è conosciuto e apprezzato da collezionisti in molti altri paesi nel mondo.In Inghilterra Leyland è rappresentata da Alan Kluckow Fine Art, Sunningdale, Berkshire, The Osborne Studio Gallery ,London and the Norton Way Gallery . Ha fatto tenuto a Londra presso Frost and Reed, the Medici Gallery, the Horsebox Gallery and in Terminal 5 at London Heathrow Airport anche a Fulham Palace, the Wandsworth Museum and in Oxford and Bath.In Italia, le sue sculture sono presenti presso Barbara Paci Art Gallery in Pietrasanta, Sensi Arte ColleVal D’Elsa e in Firenze presso Frilli Gallery e Tornabuoni Gallery. Ha tenuto mostre personali presso il Museo di Marino Marini, Pistoia, nel Comune di Pontassieve, ad Asti, Napoli e Lerici ed esibizioni di gruppo con la Casa D’Arte S. Lorenzo in varie località italiane, mostre in Arezzo, e participation alla Biennale di Venezia. In USA, Saratoga Springs, NY e a Santa Monica, CA.In Germania, Stuttgart e in Francia a Toulouse, Parigi e La Baule. Partecipazione a Fiere di arte contemporanea a Miami, Istanbul, London, Bologna e Genova con articoli nei giornali e riviste. Fu premiata dal American Academy of Equine Art nel 2008. Un monumento al cavallo di guerra in Inghilterra .

Sensi Arte è una Galleria d’arte contemporanea con sede legale a Colle di Val d’Elsa (SI). Dipinti e sculture, arte e artigianato, artisti affermati e giovani promesse, vivono insieme in questo magico luogo posizionato nel cuore della toscana. Caratteristica della Galleria Sensi Arte è quella di organizzare eventi e mostre tematiche che uniscano il mondo dell’arte al mondo del sociale, mettendo insieme competenze e identità che nulla o poco hanno a che fare con l’arte intesa in senso tradizionale. La Direzione Artistica è di Francesca Maria Sensi, laureata in storia dell’arte ed esperta in arte contemporanea.

Il Museo della Contrada della Selva è situato nei locali della cripta dell’Oratorio di San Sebastiano in Vallepiatta; qui sono raccolte tutte le testimonianze civili, religiose e paliesche della Contrada. I Palii conquistati nei secoli, insieme a quelli più moderni, sono esposti nelle sale su ampie esedre sul cui retro, dipinte da Ezio Pollai e Fabio Centi, viene evocato lo spirito e i simboli della Selva. A fianco di queste quinte sceniche sono situate delle vetrine in cui sono esposti i cimeli più importanti della storia della Contrada. Trovano ampio spazio nel museo le vecchie monture con le quali la Comparsa della Selva partecipò alle passeggiate storiche passate, inoltre adornano le pareti dei locali vari quadri e incisioni rappresentanti la Comparsa della Selva e gloriose bandiere di seta che esaltano la storia della Selva.

Giuseppe Rudisi