SARZANA- Da Venerdì 4 fino a Domenica 6 Settembre, puntuale come sempre, il Festival della Mente sarà il protagonista di un lungo week end sarzanese. Sarà un evento che dovrà convivere con le disposizioni anti covid, ciò non impedirà al Festival di svolgersi in presenza del pubblico offrendo un mix di eventi di alto profilo, diversificati in varie discipline con relatori e artisti di caratura internazionale.

Si terranno 20 incontri dal vivo, contemporaneamente trasmessi in live streaming, per allargare la comunità del festival oltre i confini della provincia; quattro di questi incontri saranno ibridi: con un relatore a Sarzana che dialogherà a distanza con un ospite in collegamento video. Il programma comprende anche sei contributi video di ospiti internazionali, realizzati appositamente per il festival e visibili solo online, sul sito e sui canali Facebook e YouTube nei tre giorni della manifestazione.

Come da tradizione, ci sarà un filo conduttore degli eventi che, quest’anno è il sogno: una parola dai molteplici significati, letterali o metaforici, che può essere declinata e interpretata in modo diverso dai relatori in ambito umanistico, scientifico, artistico, che rispecchia la natura multidisciplinare del festival e che si presta a generare riflessioni sul mondo contemporaneo.

Anche questa XVII° edizione del Festival della Mente è promossa dalla Fondazione Carispezia e dal Comune di Sarzana. La direttrice Benedetta Marietti ha commentato: «In questi ultimi mesi la parola “sogno” ha acquisito un nuovo significato e oggi, dopo quello che è successo, simboleggia il desiderio di costruire un mondo nuovo, diverso, più umano e sostenibile, che possa e debba ripartire dalla cultura. Attraverso le voci sapienti e appassionate dei suoi relatori, il festival può contribuire a dare una risposta ai nostri bisogni più profondi e a trasmetterci speranza. E proprio perché mette al centro l’idea e la pratica della condivisione, rappresenta uno straordinario ponte che unisce fra loro le persone, rispondendo così a una responsabilità sociale di cui l’interlocutore è la società intera».

Non mancheranno alcuni relatori già presenti negli anni passati e più gettonati dal pubblico come il direttore del Censis Massimiliano Valeri con una conferenza dal titolo “I sogni degli italiani nel nuovo disordine mondiale”, lo storico Alessandro Barbero “con “Il sogno nella letteratura medioevale” e lo scrittore e studioso del pensiero antico Matteo Nucci che in due incontri si focalizzerà sul grande sogno della libertà degli antichi Greci attraverso la rievocazione delle battaglie delle Termopili e di Salamina.

Alle 17.30 di venerdì 4 settembre sarà l’immunologo Alberto Mantovani ad aprire il Festival, il ricercatore italiano più citato nella letteratura scientifica internazionale, con la lectio magistralis “Immunità, dal cancro a Covid-19: sogni e sfide”.

Dopo l’inaugurazione, nei tre giorni del festival, si alterneranno conferenze e spettacoli negli spazi predisposti e individuabili nel catalogo online (www.festivaldellamente.it).

Tra tutti segnaliamo la conferenza dell’antropologa Arianna Cecconi dal titolo “Da dove vengono i sogni?”, quella della psicologa e psicoterapeuta Anna Oliviero Ferraris dal titolo “Doppio Sogno” e “Il Segreto della serendipità” a cura del filosofo Telmo Pievani.

Come sempre ampio spazio sarà dedicato alla letteratura; tra i gli incontri più attesi: “I sogni in valigia” dello scrittore Paolo Di Stefano e “Far pace con i fantasmi” del vincitore del Premio Goncourt 2019, Jean Paul Dubois che sarà intervistato in streaming dal giornalista spezzino Stefano Montefiori.

E’ confermato uno spazio dedicato ai bambini con tre eventi a cura di Francesca Gianfranchi: due passeggiate, alla scoperta delle piante, degli alberi e della città, e un evento con Federica Gasbarro, studentessa in scienze biologiche, attivista del movimento Fridays For Future di Greta Thunberg, trasmesso in streaming sul sito del festival.

Torna anche quest’anno parallelaMente, rassegna off giunta alla settima edizione, coordinata da Virginia Galli, Francesca Giovanelli e Elisa Palagi, che si svolgerà il 3 settembre nel centro storico di Sarzana e che vede come protagonisti artisti e associazioni culturali del territorio.

Giuseppe Rudisi

Informazioni e prevendite:

Facebook: @festivaldellamente | Twitter: @FestdellaMente

Instagram: festival_della_mente | Youtube: Festival della Mente Sarzana
Hashtag ufficiale: #FdM20