LA SPEZIA- Ci rivolgiamo alla Regione e al Governo: si stabilizzino tutti quei medici, infermieri, tecnici, tutti quei lavoratori precari, interinali, si confermino a tempo indeterminato gli Oss di Coopservice, i barellieri di Italy emergenza, ausiliari, operatori in appalto che hanno dimostrato in questa emergenza di essere indispensabili, tutti coloro che hanno dimostrato il loro senso di servizio, per valorizzare la sanità pubblica, c’è bisogno che queste persone abbiano un lavoro stabile all’interno della funzione pubblica

Aggiungiamo che grazie alla Coopservice si è riuscito a trovare un accordo per i propri dipendenti, con laboratori analisi privati, in modo da far pagare i test sierologici almeno a metà prezzo. Trovo oltremodo vergognoso che Alisa e Asl 5 non solo abbia deciso deliberatamente di non farli fare agli Oss della ditta ma anche che non abbia messo almeno a disposizione i laboratori pubblici ospedalieri. Questo vuole ulteriormente dimostrare la loro lontananza e il loro menefreghismo di chi lavora al loro servizio e al servizio della comunità. P. S. Ricordatevi che pure noi siamo stati a strettissimo contatto con pazienti Covid certificati e siamo purtroppo, nostro malgrado, potenziali vettori!!!

(Gli Oss di Coopservice)