LA SPEZIA- Domani, 10 febbraio si celebra il Giorno del Ricordo, che vuole «conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale».

 La Giornata del 10 si aprirà  alle ore 9,30 quando il Sindaco Pierluigi Peracchini depositerà, una corona in piazzetta Martiri delle Foibe, nei pressi nel numero civico 143 di via Lunigiana.

Alla Cerimonia saranno presenti il Prefetto della Spezia, Maria Luisa Inversini S.E. il Vescovo della Diocesi La Spezia, Sarzana, Brugnato, Mons. Luigi Ernesto Palletti, il Presidente dell’Associazione Nazionale Venezia-Giulia Dalmazia e Consigliere della FederEsuli, Andrea Manco. Saranno presenti anche i Gonfaloni di Provincia e Comune Capoluogo e il Tricolore dell’Associazione Giuliana-Dalmata.

Il giorno 11 febbraio,  via web, si terrà una seduta di  Consiglio Comunale Straordinario che sarà aperta dall’Inno d’Italia eseguito dagli studenti del Liceo Musicale “Cardarelli” della Spezia. Aprirà la seduta il Presidente del Consiglio Comunale Giulio Guerri e a seguire l’intervento del Sindaco della Spezia Pierluigi Peracchini. Seguiranno, poi, gli interventi dell’ingegner Andrea Manco, presidente dell’Associazione Venezia-Giulia Dalmazia e del professor Piero Tarticchio.

 La mattinata proseguirà con alcuni intermezzi musicali a cura degli studenti del Liceo Musicale Cardarelli e alcune proiezioni video realizzate da altri istituti Superiori.

La seduta di Consiglio potrà essere seguita collegandosi al link presente nella  homepage del sito del Comune www.comune.sp.it