FOLLO- Il nuovo DPCM che vieta gli spostamenti delle persone fisiche fuori dal territorio del
comune in cui si trovano, nelle regioni arancioni come la nostra, arrecava ulteriormente
disagio alla viabilità locale dei comuni sopracitati.
Tale nota risponde alle numerosissime richieste fatte dai cittadini del nostro Comune ed
è stata ben accolta dalla Dottoressa Inversini.
Il sindaco di Follo, Rita Mazzi chiarisce: “Non mi sorprende la risposta positiva del
Prefetto della Spezia che ringrazio, già ieri in videoconferenza, tutti ci siamo trovati
d’accordo, uniti dall’obiettivo di tutelare un territorio già messo in ginocchio dalla vicenda
del crollo del Ponte di Albiano. Fermo restando che il principio è ridurre gli spostamenti per evitare il contagio, da oggi, si può andare nel comune vicino per acquistare beni di prima necessità. Invito vivamente i cittadini di fare spese nei comuni più vicini o sul tragitto che portano da casa al posto di lavoro, al Basko di Bottagna, Eurospin e Conad di Ceparana o Le Terrazze della Spezia. Non c’è più il limite territoriale del comune, quindi si può andare a
fare la spesa fuori dal proprio comune di residenza. È inoltre consentito – continua il sindaco di Follo Mazzilo spostamento con motivazione di andare al proprio orto. Sarebbe un errore impedire alle persone di coltivare il proprio orto sito in altro comune rispetto alla propria residenza: novembre è un periodo importante per vari lavori di orto e frutteto, dalla preparazione del suolo alla potatura delle piante da frutto e inoltre lavorando in campo da soli non ci sono rischi di contagio. Così come è consentito recarsi al frantoio e per assistere i propri animali. Si raccomanda sempre di utilizzare il buon senso per evitare inutili spostamenti, di mantenere le distanze di sicurezza, di utilizzare la mascherina, evitare assembramenti e di muoversi sempre muniti di autocertificazione: le sanzioni saranno importanti”.