Lo spazio espositivo web di Diari di Cineclub inaugura la Mostra Fare l’aggettivo, dell’artista livornese Valentina Restivo.

“Avevo sempre sognato, da grande, di fare l’aggettivo. Ne sono lusingato. Cosa intendano gli americani con “felliniano” posso immaginarlo: opulento, stravagante, onirico, bizzarro, nevrotico, fregnacciaro. Ecco, fregnacciaro è il termine giusto.”

(Federico Fellini)

La mostra è composta da 30 lavori. Dieci di dimensioni 50×70 cm. Cinque (i ritratti in bianco e nero) sono Molotow su carta; cinque gouache e Stabilo Woody su carta. Venti sono 20×20 cm (anche questi gouache e Stabilo Woody su carta). Tutti i lavori sono stati fatti nel 2020.
Per visitare la mostra web: https://bit.ly/3bV3Pkw

Sul numero 87 in uscita il 1 Ottobre di Diari di Cineclub un’intervista a firma di Virginia Tonfoni su cosa effettivamente è felliniano: nel regista, nei suoi film, e soprattutto nella visione dell’artista livornese.

L’evento si affianca alla rubrica settimanale su DdCR | Diari di Cineclub Radio – Le Arti nello spazio di un podcast, curata da Roberto Chiesi:  “Fellini 100 anni dopo” https://bit.ly/2YEmrjr

 

“Avevo sempre sognato, da grande, di fare l’aggettivo. Ne sono lusingato. Cosa intendano gli americani con “felliniano” posso immaginarlo: opulento, stravagante, onirico, bizzarro, nevrotico, fregnacciaro. Ecco, fregnacciaro è il termine giusto.”

(Federico Fellini)