LA SPEZIA- Per continuare a promuovere il linguaggio dell’arte contemporanea nonostante le difficoltà e per rendere fruibile ad un maggior numero di visitatori i propri eventi, atelier97 arte contemporanea, lo spazio digitale nato dall’idea dell’artista e curatore Alessio Guano, ha inaugurato giovedì 25 febbraio in forma virtuale la mostra Dialogs2020 Contemporary Connection.

La mostra virtuale intende analizzare il complesso mondo dell’arte contemporanea e la fitta rete di contatti digitali che gli artisti hanno creato nel periodo storico che stiamo vivendo, contraddistinto dal necessario bisogno di allontanamento fisico. Vengono presentati al pubblico 25 artisti e più di 30 nuove opere tra pittura, grafica, fotografia e ceramica, alcune delle quali inedite, realizzate appositamente per il progetto.

Il percorso espositivo, articolato e dalla linea essenziale, tipica degli allestimenti di Guano, è eterogeneo e ricco di spunti di riflessione.

Il curatore parla così dell’evento:

<< Dopo un anno impegnativo, pieno di sviluppi in campo artistico. sono entusiasta di presentare un corpus di lavori realizzati da artisti internazionali selezionati per il progetto Dialogs2020 Contemporary Connection. Siamo giunti alla seconda edizione di Dialogs, un progetto di scambio e di analisi della ricerca contemporanea. In questi mesi ho dedicato molto tempo nella selezione degli artisti e nella realizzazione della mostra-evento. Dopo qualche mese dalla pubblicazione sui social media della open call, hanno aderito con grande entusiasmo più di 200 artisti provenienti da tutto il mondo, principalmente europei, dei quali 25 selezionati. La selezione è stata difficile, ma abbiamo raggiunto l’obiettivo: raccogliere opere di qualità e creare un percorso inedito che potesse descrivere la ricerca attuale negli indirizzi artistici pittura-fotografia-scultura. I social media ci offrono una libertà senza precedenti, tagliano di netto le distanze e ci rendono indipendenti da ogni possibile vincolo geografico, permettendo anche ai più pigri e curiosi di poter vivere l’esperienza di una mostra, standosene comodamente seduti sul divano. Cliccando sul link sarà possibile visitare la mostra virtuale e leggere le interviste agli artisti, permettendo a tutti i visitatori di conoscere ed approfondire il mondo dell’arte contemporanea. >>

Di seguito i link utili:

Visita alla mostra virtuale

https://www.behance.net/gallery/113034359/DIALOGS2020-CONTEMPORARY-CONNECTION-PREVIEW

Interviste agli artisti

https://www.behance.net/dialogs

Pagina Instagram del progetto

https://www.instagram.com/dialogs2020opencall

Pagina personale dell’artista/curatore

https://www.instagram.com/alessio_guano

Elenco degli artisti selezionati presenti alla mostra:

Michal Adelt, Ivan Arlaud, Clara Bolle, Atorie Bu – Kınalıkaya Buket, Nicholas Burns, Gabriel Buttigieg, Jacopo Cozzani, Freya Amelia Croissant, Cody Freeman, Cynthia Grow, Alessio Guano, Adam Hadler, Sam Heydt, Dan Hollings, Alex Jones , Matt Macken, Ernesto Mistretta, Conor Murgatroyd , Giuseppe Sinesi , Tracey Slater , Raizel Slater-Frankl , Jennifer Smith , Romeo Stubelj, Cathy Tabbakh , Sue Watt.

Alessio Guano (1984, La Spezia) artista visivo, curatore presso atelier 97 arte contemporanea, spazio online e collezionista di arte contemporanea. La sua ricerca artistica spazia tra pittura, grafica ed installazione. Le sue opere sono presenti in collezioni permanenti pubbliche e private. Vanta collaborazioni con spazi museali e gallerie d’arte in Italia e all’estero. Nel primo periodo della sua attività artistica, Guano ha lavorato al fianco di importanti nomi del gruppo di Poesia Visiva Italiana, avanguardia storica nata negli anni Sessanta e tuttora attiva sul territorio nazionale e all’estero, in particolare con Il Gabbiano arte contemporanea (Fernando Andolcetti e Cosimo Cimino) . Il linguaggio verbale-visivo che ancora riemerge nelle sue opere più concettuali, lo avvicina anche alla produzione di piccoli libri d’artista. Dal 2015 è curatore di Liber, un archivio di libri d’artista, che ha sede nella sua città natale.