LA SPEZIA- Il 6 Maggio u.s. un gruppo di cittadini  residenti nei Comuni di Bolano , Calice al Cornoviglio ,  Follo, Vezzano Ligure e Podenzana hanno costituito  il Comitato Spontaneo Viabilità “Due fiumi” il cui scopo principale è quello di richiamare l’attenzione dei media, dei decisori politici  e, quand’anche ce ne fosse bisogno, della comunità in generale sulla già disastrosa situazione viaria della piana di Ceparana cui si è recentemente aggiunto il crollo del ponte di Albiano Magra. Dall’ 8 Aprile, giorno del crollo del ponte, a parte le  tante dichiarazioni di intenti ad oggi non ci risulta nessuna novità concreta. A nostro avviso la viabilità della Piana di Ceparana deve essere considerata un’emergenza e devono essere prese decisioni conseguenti in grado di portare immediati benefici alla grave situazione che si è venuta a creare nelle frazioni di Bottagna e Fornola in conseguenza dell’aumento del flusso di autoveicoli, creatosi negli ultimi giorni. Dopo il crollo del ponte di Albiano la S.P. della Ripa  è,  rimasta l’unica arteria di transito e di collegamento tra la bassa Val di Vara e la Val di Magra, nonché la Lunigiana, che con l’auspicato passaggio alla fase 3 e  l’apertura delle scuole non è in grado di assorbire il volume di traffico che vi sarà dirottato, cosa che potrà sfociare facilmente in un blocco della circolazione degli autoveicoli con gravissime ricadute economiche , sociali e persino  sanitarie per le difficoltà che potrebbero incontrare i mezzi di soccorso per raggiungere gli ospedali di La Spezia e Sarzana per i residenti in Liguria e quelli di Massa Carrara per i residenti di Albiano Magra e Podenzana

Pertanto abbiamo deciso di lanciare una petizione indirizzata alla Ministra on Paola De Micheli ed al Sottosegretario del MIT on. Roberto  Traversi che potrete trovare sulla piattaforma change org . Con questa petizione richiediamo, per gestire questa fase di emergenzialità, l’individuazione di un Commissario, sul modello del ponte Morandi, che potrebbe alleviare i disagi paventati , con  due interventi entrambi realizzabili da subito:

  • predisposizione delle rampe di accesso e di uscita sull’autostrada A12 in località Lagoscuro nella piana di Ceparana. Intervento che può essere realizzato con un accordo con SALT in circa 60 giorni ,
  • realizzazione della bretella Ceparana – Santo Stefano, attesa da 40 anni, opera totalmente finanziata e progettata che potrebbe essere realizzata con il riconoscimento della situazione oggettiva di emergenzialità , entro il 4° trimestre 2022, come individuato da un cronoprogramma predisposto dai tecnici dell’Assessorato alle Infrastrutture della Regione Liguria, anziché nel 4° trimestre 2024.

“Chiediamo di dare forza alla nostra petizione aggiungendo i vostri nomi alla petizione “Subito commissario ad hoc per la realizzazione dellaBretella Ceparana- S. Stefano di Magra” che trovate sulla piattaforma change org  al link https://www.change.org/viabilità-piana-ceparana-2020    così potrete leggerla e condividerla seguendo le istruzioni con poche formalità potrete aiutarci a raggiungere l’ obbiettivo di un gran numero di firme rappresentative degli oltre 40.000 cittadini comunque coinvolti. Ci sono le risorse , i progetti cantierabili, non ci possono e non ci devono esserci scuse :è  solo questione di volontà dei decisori che si dovranno assumere tutte le responsabilità del caso: IL TEMPO STRINGE”