Come regalarci qualche anno di meno: con un soft lifting non chirurgico, che distende la pelle del viso e del corpo.

 

Per l’occasione ho fatto una bella chiacchierata con il dottor Franco Del Vigo, specializzato in scienze dell’alimentazione e medico estetico con un’esperienza pluridecennale sulle tematiche più innovative ed efficaci in questo campo.

In questa occasione vogliamo approfondire le tecniche dei fili riassorbibili.
I fili possono essere di varie lunghezze e dimensioni e le sostanze da cui sono composti sono principalmente due: PDO(polidioxanone) e CAPROLACTONE(prevalentemente acido polilattico).
Si suddividono in fili di trazione e di biostimolazione.


I fili di trazione hanno delle piccole alette in grado di risollevare i tessuti del viso e del collo con ottimi risultati, ma vengono utilizzati anche nel caso di lievi ptosi delle mammelle e dei glutei. Inoltre sono utilissimi per contrastare la lassita’ cutanea dei tessuti della parte interna delle braccia, dell’interno coscia e del rilassamento delle ginocchia e della zona del l’ombelico.
Sia i fili di trazione che di biorivitalizzazione vanno a stimolare la produzione del collagene: indispensabile fonte di giovinezza per la nostra pelle.
Si possono utilizzare in sinergia o individualmente a seconda delle necessità.
È molto importante rivolgersi a professionisti competenti, pronti a fornirvi le giuste soluzioni ai vostri problemi.
Questi trattamenti si svolgono in ambulatorio medico e non ci sono particolari controindicazioni.
Sempre di più la medicina estetica ci offre soluzioni armoniche e con un effetto naturale.
L’armonia è bellezza.

Antonella Contin