Il libro del noto climatologo Luca Mercalli è appena stato pubblicato per la collana “Passaggi” di Einaudi.
Ultimamente nel mondo ed in Italia anche grazie alla militanza della giovane Greta Thundemberg si è portato prepotentemente alla ribalta il tema del clima, delle risorse in esaurimento del nostro pianeta, di come gli Stati e le singole persone devono prendere coscienza di questa nuova problematica.
Il libro scritto da uno scienziato del clima è un sonoro richiamo a tutti noi a cambiare il nostro modo di pensare e di vivere per cambiare, o meglio sviluppare, una consapevolezza ambientale che pochi di noi fino ad ora in Italia hanno avuto (basti pensare che nel nostro paese sono ancora tante le città e le regioni che non attuano la raccolta differenziata dei rifiuti).
Una parte del libro è dedicata proprio ai buoni consigli che altro non sono che accorgimenti quali, tra i tanti, l’uso consapevole e attento dell’acqua, per la coltivazione dell’orto, per annaffiare il giardino, per fare la doccia o per lavarsi i denti.
L’invito a non considerare tutto questo come una fatica impossibile o un sacrificio gravoso. Una doverosa consapevolezza ambientale, unita anche ad un impegno sostanziale.
Non un’ecologia naif, ma anche un’ecologia della mente, che ci renda meno soggetti alle lusinghe di moda e frivolezze, più consapevoli di tutti i limiti che pensiamo di poter oltrepassare, con il ricorso a una sorta di verità di comodo.
La Terra sta esaurendo le sue risorse, che non sono infinite, l’atmosfera vede ogni anno allargarsi il buco dell’ozono, le nostre città sempre più sporche ed inquinate, anche perché usiamo la macchina per ogni necessità e poco la bicicletta o andare a piedi ci costa una fatica enorme.
Un libro pieno di idee, di creatività e di saggi e profondi consigli, un invito a ripensare i nostri consumi, eccessivi spesso, ed il nostro stile di vita.

Buona lettura!
Annalisa Serafini