Dialoghi degli dei: quando il mito diventa intrattenimento. A Monzone il 1° febbraio.

FIVIZZANO- Il primo mese della nuova stagione teatrale 2020 di Officine T.O.K, si è concluso con lo spettacolo che ha visto sul palco, il 25 gennaio, Daria Paoletta della Compagnia Burambò di Lecce, interprete di una storia che ha raccontato un amore travagliato e ostacolato dalla diversità dei due amanti: Amore e Psiche.

Febbraio si apre con un nuovo spettacolo che prosegue la programmazione presso lo Spaccio Culturale a Monzone. Sabato 1, alle ore 21, saranno i Sacchi di Sabbia a intrattenere il pubblico con i “Dialoghi degli dei”, una raccolta di aneddoti e indiscrezioni su vizi e trasgressioni degli abitanti dell’Olimpo. L’idea nasce dall’incontro tra Massimiliano Civica e i Sacchi di Sabbia e narra di scontri familiari, litigi, malefatte, pettegolezzi delle divinità sbarcate in una classe di ginnasio, dove diventano oggetto di spietate interrogazioni da parte di una austera insegnante. Potremo seguire i dialoghi di quegli stessi dei che abbiamo incontrato nei famosi poemi omerici dell’antica Grecia e osservarli mentre due giovani studenti, seduti dietro il loro banco, con i calzoni corti, vengono interrogati su tresche e malefatte compiute sull’Olimpo. “I Dialoghi degli dei” è un vero e proprio “intrattenimento”, utile per “passare il tempo”, ma anche per interrogare la Storia con la S maiuscola, mettendo in gioco topos e artifici che ancora oggi animano la commedia moderna, uno spettacolo lontano dalla banalità e con una comicità intelligente e stimolante.

Massimiliano Civica, classe 1974, nel 2007 vince il Premio Lo Straniero e il Premio Hystrio/Associazione Nazionale Critici Teatrali per l’insieme della sua attività teatrale. Sempre nel 2007 diventa Direttore Artistico del Teatro della Tosse di Genova e vince il Premio ETI Nuove Creatività. Nel 2014 dirige Alcesti messo in scena nell’ex carcere delle Murate a Firenze e vince il Premio UBU 2015 per la miglior regia. Da gennaio 2018 è consulente artistico della direzione del Teatro Metastasio di Prato.

La compagnia I sacchi di Sabbia nasce a Pisa nel 1995 e si distingue per la capacità di far incontrare tradizione popolare e ricerca spingendosi di volta in volta nell’esplorazione creativa di terreni diversi, dalla letteratura al cinema, dal fumetto all’opera. La Compagnia ha ricevuto un Premio UBU Speciale nel 2008 e il Premio Nazionale della Critica nel 2011. Nel 2016 I Sacchi di Sabbia vincono il Premio Lo Straniero per la loro attività.

Biglietto unico: 10€, bambini e ragazzi fino ai 13 anni: 5€

Per i docenti c’è la possibilità di utilizzare la Carta Docente, in quanto lo Spaccio Culturale è accreditato MIBACT.

Lo spazio dispone di un massimo di 60 posti, per questo è consigliata la prenotazione attraverso la pagina facebook: https://www.facebook.com/officinetok/, all’indirizzo email: info@officinetok.it, al numero 3405371090 oppure passando direttamente dallo Spaccio Culturale in via Cesare Battisti, 22 a Monzone.

 

Advertisements