ASL 5, progetto di sostegno in caso di rischio di disagio psichico e psicosociale dalla gravidanza al 1° anno

LA SPEZIA- “Individuazione precoce e trattamento delle situazioni a rischio di disagio psichico e psicosociale in epoca perinatale dalla gravidanza fino al completamento del 1° anno di vita -, questo è quanto Asl5 e i Distretti Sociali dei Comuni intendono promuovere a favore delle donne e dei bambini.

Attraverso i punti nascita di Asl5 e i Centri famiglia dei Comuni, il Progetto intende attivarsi portando sostegno alla neogenitorialità ed al benessere del bambino.

Per ogni nucleo famigliare preso in carico viene effettuato un trattamento personalizzato in un ottica di continuità e stretta integrazione.

Gli assistiti vengono seguiti da una micro-equipe formata dagli operatori competenti sulla base della prevalenza dei fattori di rischio da uno psicologo, ostetrica, assistente sanitaria/ infermiera pediatrica. La micro- equipe si riunisce a cadenza periodica e specifica sul caso per il monitoraggio del piano di trattamento personalizzato. L’intervento si sviluppa in tre fasi. Fase prenatale; Degenza ospedaliera, fase Post-natale.

Le azioni previste dal piano di trattamento sono rivolte ad implementare la possibilità di utilizzo di risorse già presenti nell’ambito del lavoro istituzionale.

La durata dell’intervento si può estendere dalla gravidanza fino al primo anno di vita del bambino. Gli interventi messi in atto nell’ambito del progetto sono sempre coordinati con gli operatori dei servizi sociosanitari che hanno in carico il nucleo.

Advertisements