L’Osteria della Corte offre il pranzo ai senza tetto nei locali della Caritas

LA SPEZIA- Che i piatti di Silvia facciano bene allo spirito è ormai una cosa ben nota agli spezzini (e non solo), ancora una volta però la chef dell’Osteria della corte ha deciso di superarsi:  mercoledì 11 dicembre porterà il suo intero staff nei locali della parrocchia di Cristo Re per offrire un pranzo speciale a chi un pranzo così non potrebbe proprio permetterselo.

Un’idea nata dal cuore di Silvia Cardelli che, ormai da anni, collabora con Caritas diocesana La Spezia – Sarzana- Brugnato accogliendo e formando nella sua cucina richiedenti asilo e rifugiati nell’ambito di progetti di inclusione e sostenendo i diversi progetti che l’organizzazione ha sul territorio. Come quando, soltanto pochi mesi fa, ha organizzato un’aperitivo solidale per finanziare il crowfunding lanciato da Caritas per l’acquisto di un nuovo mezzo per l’Emporio della Solidarietà, il primo supermercato gratuito della nostra provincia.

Una quarantina di persone seguite dal Centro d’ascolto e da altri servizi Caritas parteciperanno a questo pranzo natalizio all’insegna del gusto e della solidarietà.

‘’Il Signore proprio della tavola ha fatto un tempo e un luogo, tra i più importanti del suo essere tra noi come uomo e come Dio. A nessuno mai deve mancare il cibo, specialmente quando ne viene sprecato e gettato’’, sottolinea il direttore di Caritas Don Luca Palei, ‘’sotto le feste è ancora più difficile per i nostri amici invisibili sentirsi parte di un mondo che per loro oggettivamente è ingiusto. Esprimo un vero grazie ad Osteria della Corte per questo pranzo tra amici, perché un gesto concreto ed importante come questo è per tutti una vera carezza di amore e di speranza!’’. ‘’Se ognuno fa qualcosa’’, ricorda Don Luca citando Padre Puglisi ”allora possiamo fare molto’’.

Tra i fornelli con Silvia ci saranno Krutsikau Mikalai, Sulaiman Kassim, Ekloeid Mertiri, mentre  per il servizio in sala Valdrin Oruci, sommelier e cameriere, Gianluca Franceschini, Alessandro Boni e Giacomo Delsanto, come camerieri, Farris Nicola, bartender, e ovviamente il marito Andrea Ferrero.

Lavoreranno tutti come volontari’’, spiega Silvia, ‘’posso sempre contare sulla loro approvazione e sul loro supporto quando decido di organizzare cose atipiche.  Sono generosi ed altruisti, abituati a vivere il lavoro in un ambiente di grande umanità, sono molto felici di dare un contributo attraverso la loro professione. Questo vuole essere un piccolo segno, spero di contagiare altri, ognuno può fare qualcosa con le sue capacità e potenzialità’’. 

Agli ospiti dell’Osteria della Corte verrà servito un vero e proprio ‘Pranzo per le feste’:  per iniziare sformatino di carote con salsa ai formaggi e aceto balsamico di Modena, insalata russa con pollo bollito, passando poi per cappelletti in brodo di pollo, brasato, crostata con cioccolato e amaretti, e panettone.

Al pranzo prenderanno parte, oltre al direttore di Caritas Don Luca Palei, il sindaco Pierluigi Peracchini e il vescovo mons. Luigi Ernesto Palletti.

Advertisements