Spezia, le palle… girano! Undici contro undici sino alla fine… chissà.

COSENZA- Come avrebbe detto il nostro “amigo” Serse: la rigiochiamo? E si perché lo Spezia in Calabria a Cosenza venerdì sera ha forse gettato alle ortiche un’occasione per vincere in trasferta. Peccato perché anche se in svantaggio la formazione del “mai domo” mister Braglia non è sembrata irresistibile (la classifica del resto lo sta testimoniando per ora) e quindi gli aquilotti potevano rimontarla del tutto; comunque sono riusciti a pareggiarla con il quarto sigillo di Antonino Ragusa. Unico neo l’ingenua doppia ammonizione del sudamericano Ramos che in pochi minuti si è fatto trovare troppo irruento e falloso nei confronti degli avversari senza evitare un’espulsione che ha lasciato la formazione bianca in inferiorità numerica nella seconda parte della ripresa. Pazienza, vero mister Italiano? Bravo a togliere un altro nervoso: Mastinu che sul finire del primo tempo era diventato anch’egli troppo falloso nei confronti dei giocatori del Cosenza.

Comunque un pareggio che deve essere visto in maniera positiva e che dà continuità agli aquilotti, malgrado la classifica sia sempre corta e verso il basso. Serve qualche risultato importante per togliersi dalle “sabbie mobili“. Per esempio, che coincidenza: sabato al “Picco” arriva il Livorno, quale migliore occasione per il detto: “due piccioni con una fava…” vero Spezia? Forza ragazzi!

Cristiano Sturlese

Advertisements