Mario Bonelli: “Il Consiglio Comunale non ha risolto i problemi dei cittadini di Vezzano”.

VEZZANO LIGURE- In una sala affollata di cittadini si è tenuto il Consiglio Comunale di Vezzano Ligure, presieduto dal Sindaco Massimo Bertoni.

“Consiglio che non ha risolto i problemi dei Vezzanesi”, afferma il Commercialista dott. Mario Bonelli, già candidato a Sindaco alle penultime elezioni. I temi dibattuti sono stati il caso della Senatrice Segre, il problema irrisolto dei miasmi e degli sversamenti al Molinello, la modifica del regolamento dei comitati di quartiere e le variazioni di bilancio. La discussione politica, secondo Bonelli, ha visto un forte contrasto di Lega e Alternanza democratica sul caso Segre, dove la maggioranza ha presentato un documento, con alta valenza politica di  critica,  sul comportamento in Parlamento  del  centro destra, che non si è alzato in piedi per omaggiare la Senatrice. Altro tema caldo, l’articolo di modifica del regolamento dei Comitati di quartiere, dove viene esplicitamente escluso, dalle nomine dei vertici degli stessi comitati, l’evasore recidivo dei tributi comunali. Altro problema dove non è stata trovata una sintesi, afferma Bonelli, è la convivenza degli abitanti del Molinello, con i miasmi e sversamenti di Kerosene  del locale centro di stoccaggio dell’ Aereonautica Militare. All’ordine del giorno c’erano anche le “variazioni di bilancio” per finanziare quelle spese per le quali i capitoli di bilancio si erano già esauriti.

Secondo Bonelli il vice sindaco e assessore Simone Regoli, nella sua esposizione, ha affermato concetti già sentiti e risentiti. “il bilancio di Vezzano è un bilancio “Sano”. Questo concetto conclude Bonelli “mi riporta con la memoria indietro nel tempo, quando un Sindaco di qualche anno fa, affermava, riferito al documento contabile: “Conti sani e futuri avanzi”. Purtroppo per i vezzanesi non è stato e non è così.  Il nostro Comune è super indebitato, conclude Bonelli, sempre soggetto ai richiami della Sezione della Corte dei Conti (da ultimo: Deliberazione 6 aprile n. 81 /2018/SRCLIG)  che imputa al nostro comune, una perdurante carenza di liquidità, con un continuo indebitarsi con la banca, (anticipazione di cassa) e conseguente maturazione degli interessi a carico dei cittadini. Oltre ad una grande mole di crediti vetusti (residui attivi) che falsano il risultato di amministrazione e gli equilibri. Questi alcuni degli indicatori che la sezione della Corte dei Conti della Liguria, (deliberazione n. 77 del 20/07/201) affianca ai Bilanci del nostro Comune. Pertanto consiglia Bonelli, sarebbe utile un ricorso alla procedura di pre-dissesto che darebbe ossigeno al Comune e di conseguenza ai cittadini Vezzanesi.

 

 

Advertisements