Degustazione al Bar Joy con i vini della Cantina Litan

LA SPEZIA – Proseguono le degustazioni e gli incontri con i produttori vitivinicoli al Bar Joy, una vetrina per le eccellenze enologiche locali (ma non solo!) e occasione per il pubblico di scoprire profumi e sapori dei migliori vini. Serate piacevoli e momenti di incontro per capire e comprendere meglio un mondo che non smette di affascinare, quello del vino, grazie anche alla sapiente guida della sommelier Barbara Urli e del proprietario Marco Pantaleo, sempre attento all’immancabile qualità che distingue il locale.

La degustazione che si è svolta ieri sera ha visto protagonisti i vini delle Cantine Litan di Riomaggiore. L’Azienda nasce dall’idea di Orlando Cevasco che nel 2000, insieme al fratello Francesco e al cugino Luigi, decide di ridare lustro ai campi di famiglia e alla vecchia cantina, ormai abbandonati da tempo.

Litan é il casato di famiglia – spiega Orlando – Nelle Cinque Terre i cognomi venivano differenziati da nomi e soprannomi. Litan pare derivi da litania, preghiere ripetute. Ma più che preghiere erano imprecazioni di nostro nonno, quando tornava affaticato dalla campagna! Il nome dell’azienda é quindi dedicato a nonno Giulio che era un contadino. Abbiamo ripristinato i terreni che erano stati abbandonati dopo la sua morte, alla riscoperta di un territorio millenario plasmato e modificato dall’uomo, con anche la curiosità di conoscere quello che questi uomini avevano fatto nei secoli. Curiosità e passione sono stati la forza motrice di quest’avventura e poi è venuta la consapevolezza che potevamo farne un lavoro. Attualmente non viviamo solo di questo perché la viticoltura in queste zone é molto difficile da realizzare (eroica ndr), la produzione é limitata e di conseguenza lo sono anche i guadagni”.

La superficie attuale del vigneto Litan é di circa 10000 mq e si estende nei pendii scoscesi della “Costa De Sera”, sovrastante il Seno del Canneto, una delle zone più spettacolari del Parco Nazionale delle Cinque Terre, raggiungibile solamente a piedi o, quando è possibile, utilizzando il “trenino a cremagliera”.

Per conoscere i prodotti della Cantina Litan visitate il sito www.litan.it

Nella foto di copertina, da sinistra: Barbara Urli, Marco Pantaleo, Francesco e Orlando Cevasco.

 

Advertisements