Overload di Sotterraneo apre la nona edizione di Fuori Luogo sabato 19

19 ottobre ore 21.15 – Auditorium Dialma Ruggiero – La Spezia

Overload

concept e regia Sotterraneo / in scena Sara Bonaventura, Claudio Cirri, Lorenza Guerrini, Daniele Pennati, Giulio Santolini /scrittura Daniele Villa /luci Marco Santambrogio /costumi Laura Dondoli /sound design Mattia Tuliozi /props Francesco Silei /grafiche Isabella Ahmadzadeh /produzione Sotterraneo /coproduzione Teatro Nacional D. Maria II nell’ambito di APAP – Performing Europe 2020, Programma Europa Creativa dell’Unione Europea  /contributo Centrale Fies_art work space, CSS Teatro stabile di innovazione del FVG

sostegno del Comune di Firenze, Regione Toscana, Mibact, Funder 35, Sillumina – copia privata per i giovani, per la cultura / residenze artistiche Associazione Teatrale Pistoiese, Tram – Attodue, Teatro Metastasio di Prato, Centrale Fies_art work space, Dialoghi – Residenze delle arti performative a Villa Manin, La Corte Ospitale – progetto residenziale 2017, Teatro Studio/Teatro della Toscana, Teatro Cantiere Florida/Multiresidenza FLOW

Overload (studio) ha vinto il premio Best of BE Festival tour 2016 (Birmingham, UK)

Sotterraneo fa parte del progetto Fies Factory ed è residente presso l’Associazione Teatrale Pistoiese

premio ubu 2018 come Migliore Spettacolo dell’Anno

Si apre con un cult del Teatro Contemporaneo, per la prima volta in Liguria, la nona edizione di Fuori Luogo, percorsi teatrali nel presente, progetto dell’Associazione Gli Scarti in partnership con Balletto Civile, associazione Scena Madre e CasArsA Teatro e in collaborazione con i comuni della Spezia, Sarzana e Santo Stefano di Magra.

A debuttare e inaugura sabato 19 ottobre quest’edizione sarà Overload, del collettivo di ricerca Teatro Sotterraneo, un ipertesto teatrale sull’ecologia dell’attenzione: fra distrazioni di massa e mutazioni digitali, ci muoviamo immersi in un ambiente aumentato dai media.

Una riflessione acuta, intelligente, arguta e mai banale sull’ecosistema dell’attenzione, sulla capacità di riprendere il filo, sulla resistenza ai mille stimoli iconici, mediatici, distraenti a cui siamo sottoposti.

Sovrastimolati dalle informazioni, viviamo in uno stato di allerta continua che gli antichi conoscevano solo in battaglia. Il rumore di fondo cresce in tutto il pianeta. Non dovremmo forse fare più silenzio e prestare più attenzione? Overload mette in scena lo scrittore americano David Foster Wallace nell’atto di pronunciare un discorso, che assume presto la struttura di un ipertesto dove link improvvisi innescano possibili azioni e immagini, creando una rincorsa continua a contenuti extra che solo il pubblico decide se attivare o meno. Il discorso di Wallace rischia di non compiersi mai, frantumato da un sistema di salti superficiali e interruzioni molto simile alla nostra esperienza quotidiana: è possibile usare questo stato confusionale per una riflessione sull’ecologia dell’attenzione?

Biografia Teatro Sotterraneo

Sotterraneo si forma a Firenze nel 2005 come gruppo di ricerca teatrale composto da un nucleo autoriale fisso cui si affianca un cluster di collaboratori che variano a seconda dei progetti. Ogni lavoro del gruppo è una sonda lanciata a indagare le possibilità linguistiche del teatro, luogo a un tempo fisico e intellettuale, antico e irrimediabilmente contemporaneo.

Sotterraneo negli anni riceve alcuni tra i più importanti riconoscimenti teatrali a livello nazionale e internazionale: Premio Lo Straniero (2009), Premio Ubu Speciale (2009), Premio Hystrio Castel dei Mondi (2010), Silver Laurel Wreath Award / MESS Festival di Sarajevo (2011) per Dies iraeEolo Award (2012) per La Repubblica dei Bambini, ACT Festival Prize (2012) e BE FESTIVAL 1st Prize (2012) per Homo ridensBest of Be Festival (2016)  per Overload/studio, Premio Ubu Spettacolo dell’anno 2018 per Overload.

Negli stessi anni Sotterraneo cura anche progetti di altro formato: corti teatrali, performance in site-specific, mise-en-espace, progetti su commissione. Nel 2012 il collettivo viene scelto dal prestigioso Rossini Opera Festival di Pesaro per dirigere Il signor Bruschino di Gioachino Rossini.

Sotterraneo si occupa anche di formazione teatrale, curando progetti laboratoriali per varie strutture tra le quali Comune di Firenze, Fondazione Toscana Spettacolo, Centrale Fies, Amat, Irigem, Fanny & Alexander, Laboratorio Nove, Università degli Studi di Firenze, Associazione Teatrale Pistoiese, Theatre of Europe (London) , Istituto italiano di cultura (London), Be Festival (Birmingham), Teatro de La Abadia (Madrid), etc.

Nel biennio 2008-2009 la compagnia è sostenuta dal progetto ETI “Nuove Creatività”, dal 2008 a oggi riceve un contributo annuale dalla Regione Toscana, mentre dal 2015 viene riconosciuto e finanziato dal Comune di Firenze e dal Ministero dei Beni Culturali. Dal 2007 entra a far parte del progetto Fies Factory creato da Centrale Fies, dal 2013 è compagnia residente presso l’Associazione Teatrale Pistoiese e nel 2017 entra a far parte del network europeo Apap – Performing Europe 2020.

 

 

Info: D!alma Cantiere Creativo Urbano, Via C. Monteverdi 117,  La Spezia 375-57 14 205 / 0187-713264 prenotazioni@fuoriluogoteatro.it

Prezzi: Studenti scuole superiori: 5€  – Under 30: 10€  – Iscritti Scarti Factory: 8€

Intero: 16€

Carnet 8 spettacoli Fuori Luogo* studenti (under 18): 30€ – ridotto under 30: 70€ – ridotto convenzionati: 85€ – intero: 95€

Advertisements