Nuova Piazza del Mercato, le proposte del Consorzio Spezia Vivi il Centro

LA SPEZIA- Il Consorzio Spezia Vivi il Centro nella persona del suo Presidente e di tutta la Giunta, comunica quanto segue :

Ci uniamo solidali all’iniziativa di Confcommercio nel portare avanti un progetto alternativo per la realizzazione della nuova piazza Cavour, in quanto lo riteniamo il più adeguato agli interessi dei cittadini tutti  ovvero non solo degli operatori della piazza, dei commercianti ma soprattutto favorevole per chi avesse il  piacere di  frequentare la piazza o per svago o per fare acquisti.

Secondo il nostro modesto parere il progetto presentato da Confcommercio e realizzato dall’architetto Perfigli È il più congruo in quanto soddisfa tutte le necessità e proviamo a spiegarvi il perchè:

  • 170 parcheggi senza variazioni delle attuali altezze della piazza già esistenti.
  • Nessun impatto ambientale per i residenti in quanto garantito dalle normative vigenti.
  • Non andrà a ledere il lavoro di operatori e commercianti della piazza durante il cantiere.
  • I lavori saranno effettuati a quarti
  • Nessun operatore verrà spostato per una durata non più lunga di 6 mesi dal proprio stallo
  • I lavori tutti sono previsti a completamento nel tempo massimo di 18 mesi
  • Tutto il lavoro da preventivo rientrerebbe abbondantemente nel budget stanziato

Tutto questo, quindi, andrebbe a valorizzare non solo le attività tutte , ma anche gli immobili ed i fondi ad  uso commerciali nelle zone limitrofe. Lo stesso progetto renderebbe la piazza più appetibile dal punto di vista commerciale e attrattiva dal punto di vista  turistico, essendo zona già di interesse per i visitatori che si avvicinano allo stile gastronomico italiano e che opportunamente rinnovata  valorizzata  potrebbe trasmettere le eccellenze del nostro territorio. Visto e considerato che la precedente amministrazione ha già sbagliato anni fa a non realizzare il parcheggio, linfa vitale per tutto il tessuto commerciale cittadino , ci chiediamo quindi quali siano le difficoltà da parte di chi di dovere nel prendere seriamente in considerazione questo progetto e realizzarlo per il bene comune .

Distinti saluti.

Il presidente Marina Geirola

Advertisements