Un libro? Perché no. “Il ladro gentiluomo”, di Alessia Gazzolla. Recensione a cura di Annalisa Serafini

Vincitore del Premio Bancarella 2019, il romanzo racconta la saga della dottoressa di medicina legale Alice Allevi.
La serie divertente, originale e intelligente è stata messa da anni in produzione dalla Rai, che ne ha realizzato ben due serie con la terza in arrivo in autunno.
Tutta la saga racconta la vita, la storia, i fallimenti e le vittorie, di una giovane ragazza romana appena laureata in medicina (come l’autrice stessa), appassionante di medicina legale e non solo. Infatti oltre a studiare e fare pratica medica con le autopsie, il suo cervello curioso e indagatore, la porta anche a voler scoprire com’è morta quella persona, che vita aveva, come viveva, che misteri celava…e così i suoi referti medici finiscono sul tavolo del questore di turno.
La nostra protagonista quindi da medico, svolge anche la professione di collaborazione con la polizia, i magistrati e le indagini.
Attorno a lei poi ruota tutto l’istituto di Anatomia di Roma, dove lei svolge il suo internato, con tutti i suoi strampalati personaggi che lei per divertimento nomina a modo suo “il Supremo” ovvero il direttore, la “Wolly” la dottoressa più rompiscatole della storia, la “raccomandata” o anche la “dottoressa top model”.
I libri libri di questa serie sono così incantevoli da leggere perché mescolano più ingredienti come l’amore, le amicizie, il giallo, il farsi strada a Roma di questa giovane dottoressa legale, divisa fra l’affetto da pagare, un amore giornalista in giro per il mondo, i turni in agosto o di notte…insomma una lettura diversa e divertente.
In questo ultimo libro della serie (che vi consiglio di iniziare dall’inizio) Alice chiede un trasferimento da Roma: ha voglia di lasciarsi alle spalle un amore finito o forse no ed una grande città.
Durante quella che credeva essere un’autopsia di routine, Alice ritrova un diamante nello stomaco del cadavere. Una pietra di notevole caratura e valore, ma anche una prova materiale importante per il caso. Per questo, Alice si premura di convocare un ufficiale giudiziario a cui consegnarlo in custodia. L’ufficiale che si presenta da lei è un uomo distinto ed elegante, dai modi cortesi ed impeccabili, e Alice non esita ad affidargli il diamante.
Ed è a quel punto che il fantomatico ufficiale sparisce nel nulla e i guai per Alice iniziano a farsi enormi…
Buona lettura!
Annalisa Serafini
Advertisements