Nuovo Felettino, da Guido Melley cinque domande al Presidente Toti

LA SPEZIA- “La vicenda drammatica della costruzione del nuovo ospedale non ammette equilibrismi politici, mezze ammissioni ed il solito stantio gioco dello scaricabarile”– dice Guido Melley, Capogruppo LeAli a Spezia in Consiglio Comunale, che continua: “Chi governa Regione e Comune si assuma una volta per tutte le proprie responsabilità.
E visto il perdurare del silenzio del nostro Sindaco Peracchini su una questione così importante per il nostro territorio, mi rivolgo direttamente al Presidente Toti che sta cercando di rassicurare gli spezzini sul fatto che si farà il nuovo Felettino e dunque non farà fatica a rispondere a queste 5 semplici domande:

1) perché non ha revocato a suo tempo l’appalto affidato all’impresa Pessina visto che -oggi in piena disfatta- ne contesta la legittimità?

2) perché si è intestardito a suo tempo a pretendere che la responsabilità piena di conduzione del progetto (e cioè le funzioni di stazione appaltante, direzione lavori e rup) venisse avocata a Genova presso la “sua” società regionale- Ire spa- ed oggi non sa spiegare i motivi che hanno portato Ire a bocciare l’ultima variante progettuale presentata mesi fa da Pessina?

3) perché non ha contestato ad Ire spa il fatto che già nel biennio 2017-18 la “sua” società regionale aveva perso mesi e mesi per valutare le varianti presentate in quel periodo da Pessina, provocando lo stallo del cantiere senza invece incalzare l’impresa Pessina a proseguire nei lavori appaltati?

4) Toti ha sempre piena fiducia nell’amministratore unico di Ire – avv. Alberto Pozzo- nominato dallo stesso Governatore secondo il modello delle società cd. “in house”, che in questi mesi si è trincerato dietro un colpevole silenzio, si è negato a qualunque confronto nella sede istituzionale del nostro Consiglio Comunale e da ultimo, oltre ad aver insultato il Sindaco Peracchini, ha cominciato a paventare pubblicamente il rischio di indagini e di contraccolpi giudiziari sull’appalto?

5) ed infine perché caro Toti non viene a chiarire la situazione una volta per tutta davanti al Consiglio Comunale della Spezia (come ho richiesto da tre mesi a questa parte), spiegando a tutti noi rappresentanti eletti ed a tutti i cittadini spezzini perché dovrebbero fidarsi ancora di te, della Viale e della sua maggioranza di centrodestra regionale e spezzina, quando in quattro anni di mandato avete irresponsabilmente portato al disastro la sanità locale ed il progetto del nostro nuovo ospedale?”

Advertisements