Casagrande e Arbasetti: “Ambientalizzazione del Porto, l’Autorità Portuale ha fallito”.

LA SPEZIA- In questi ultimi 13 anni è miseramente fallito per responsabilità Istituzionale il rispetto delle normative e del P.R.P. che vincola l’aumento delle banchine portuali alla realizzazione preliminare dell’ambientalizzazione, ossia delle prescrizioni ambientali (terrestri-atmosferiche e marine), nonché della sostenibilità e convivenza porto-lavoro-città. I manifesti dell’A.P sullo sviluppo portuale mancano della realtà ambientale del Golfo dei Poeti e e della piccola rada dentro alla Diga foranea (specchio acqueo che misura in tutto 15 Kmq) dove si cerca di illudere la città della possibilità di poter fare una grande Porto che possa competere con altri Porti Italiani (Genova, Savona, Livorno etc.) senza però tenere conto delle diversità geografica e geologica che diversificano i porti l’uno dall’altro.

L’A.P. lancia segnali del tutto o niente,ovvero va a ruota libera sui sovradimensionamenti delle banchine portuali ,sui dragaggi,disastrosi per un porto containers, che assedia in modo insostenibile facendo credere ai miracoli dei pochi dati positivi e nascondendo una realtà di impatto inquinante che è insostenibile per la salute dei cittadini assediati nelle residenze adiacenti al Porto (poche decine di metri) edificate ancora prima che lo stesso esistesse.

Torniamo a ripetere che nessuno di noi vuole la chiusura del Porto, ma pretendiamo il rispetto delle regole per la prevenzione e la salvaguardia della vita e della salute dei cittadini. Sbaglia il cittadino che cade nella trappola occupazionale subendo così il ricatto delle imprese portuali ,dell’A.P e delle istituzioni locali perché la posta in gioco è il progetto di sviluppo-lavoro-ambiente la cui sostenibilità è la base di una società civile.

Il porto container è una cosa, la crocieristica un’altra, ma in entrambe i casi si devono trovare soluzioni mirate senza farsi confondere dal meno peggio, perché questo aprirebbe conseguenze dannose per i cittadini.

Rita Casagrande, Quartieri del Levante
Franco Arbasetti, V.A.S. Onlus

Advertisements