Bio Garden Party, evento “Parlando di Cheese” venerdì 20

LA SPEZIA- Bio Garden Party: secondo appuntamento domani sera, venerdì 20 settembre con l’evento cultural-musical-gastronomico organizzato per tre venerdì consecutivi da AIDEA, Associazione Orti di San Giorgio, Slow Food, Condotta la Spezia – Golfo dei Poeti con il patrocinio del Comune della Spezia, Assessorato all’ambiente. Dopo la degustazione di testaroli e acciughe di venerdì scorso – allietata dalle note jazz della Monday Big band – sarà il formaggio il principale protagonista domani sera, selezionati da Angela del Santo di Arte Bianca, un presidio Slow-Food nel centro storico che per l’occasione proporrà formaggi a latte a crudo prodotti in malga o alpeggio da piccole realtà di produzione del territorio.

La serata di domani si intitola “Parlando di Cheese” ovvero Cheese 2019, l’evento sui formaggi in programma a Bra dal 20 al 23 settembre, una delle più importanti kermesse mondiali dedicati al formaggio Ma non solo: nella verde cornice del parco delle Clarisse – precisamente nell’area all’aperto dell’Orto Bar Il Poggio – si parlerà di ambiente grazie alla coop.sociale B-leaf: “Eco-Footprint, l’impronta ecologica: quanto impatto creiamo sulla terra – a cura di F. Cantieri, L. Susana Crespo, I. Torniai. Finale in musica folk-rock dalle ore 20 con la band degli Inaffidabili composta da Nicola Bazzani, chitarra voce –Tania Lunghi, voce – Massimo Furno, tastiere – Andrea Mori, batteria – Simone Cargiolli, tromba/ukulele – Walter Roncone, basso.
La degustazione inizia alle 18,30 e termina alle 19,30 e costa 10 euro a persona (necessario prenotare perché i posti sono limitati, Bar il Poggio 347 8438442 e 346 372021, le degustazioni includono i prodotti protagonisti di ciascuna degustazione e due calici di vino a persona), a seguire il seminario sull’ambiente e il concerto a ingresso gratuito.

L’obiettivo del Bio Festival – spiegano gli organizzatori – è quello di valorizzare l’esperienza dell’agricoltura urbana, il rapporto con il mondo agricolo e le produzioni di qualità che sono il frutto della conservazione delle tradizioni e di antichi saperi, nel rispetto della biodiversità vista come valore da perseguire e tutelare. L’esperienza degli orti urbani infatti, non rappresenta solo una risorsa concreta per le persone, ma anche un ambito promotore di nuove idee e pratiche sulla qualità della vita, la sostenibilità urbana, il rapporto uomo, ambiente e natura, l’educazione ambientale, la crescita personale, l’amicizia, lo sviluppo di capacità, l’inclusione e la coesione sociale”.

Degustazioni a cura di SlowFood Condotta La Spezia – Golfo dei poeti; vino a cura delle associazioni Orti di San Giorgio e AIDEA.

Advertisements