Con “Easy Rider” ritorna il “Cinema Ritrovato”.

LA SPEZIA- La nuova stagione del Cinema Ritrovato al Cinema – progetto della Cineteca di Bologna che restituisce al grande schermo, in versione restaurata, i grandi classici della storia del cinema  arriva al Nuovo La Spezia , grazie all’accordo tra la gestione del cinema e la stessa Cineteca di Bologna
Fatta questa doverosa premessa, la nostra prima uscita  per la nuova stagione a settembre  sarà il restauro di  Easy Rider realizzato con Sony Columbia in occasione del 50° anniversario del film, un appuntamento unico. lunedì 16 e lunedì 23 settembre alle 21. Di seguito  avremo uno tra  Psycho di Hitchcock e Il Dottor Stranamore di Kubrick.

Da un supercult a un altro: a  ottobre  in esclusiva al Nuovo Apocalypse Now- The Final Cut di Francis Ford Coppola. Come dice il titolo non è solo una versione restaurata (benché il lavoro fatto su immagine e audio sia impressionante), ma è anche la versione definitiva di questo film leggendario. E se volete sentire dalla viva voce di Coppola le motivazioni che lo hanno spinto a tornare di nuovo sul film, potete vedere questa breve clip realizzata in occasione della presentazione del film in Piazza Maggiore a Bologna lo scorso giugno:  https://youtu.be/OQ4lsLEiQBg

A  dicembre  proporremo un’uscita per i bambini, sempre firmata da  Magic Light Pictures: porteremo in sala due magnifici mediometraggi.  Zog e Il Topo Brigante.
A  gennaio celebreremo il centenario della nascita di  Federico Fellini proponendo il nuovo restauro de  Lo sceicco bianco, che sarà presentato a Venezia Classici. Sarà anche un modo per incrociare un altro centenario importante, quello della nascita di  Alberto Sordi. E a proposito di Fellini, sarà  disponibile  Amarcord.
A  febbraio dovremmo avere un nuovo restauro di  Velluto blu supervisionato dallo stesso  David Lynch. 
A marzo, a un anno dalla sua scomparsa (e a due anni dalla fortunata distribuzione di Visages Villages), omaggeremo  Agnès Varda con un pacchetto di titoli che comprenderà il suo ultimo documentario-testamento (artistico ed umano)  Varda par Agnès, il suo sublime esordio dietro la macchina da presa  Cleo dalle 5 alle 7, il documentario  Daguerréotypes e due sorprendenti cortometraggi,  Salut les Cubains e  Reponse de Femmes.
Ad  aprile sarà la volta di  Luis Buñuel con la massima espressione del suo “periodo messicano“: I figli della violenza (Los Olvidados).
E per chiudere, a  maggio, amore e morte secondo  François Truffaut, con La signora della porta accanto.
«La rassegna  Il Cinema Ritrovato – dichiara   Silvano Andreini, del Cinema Il Nuovo La Spezia –arriva ancora una volta nel nostro storico cinema    con una forma compiuta e non con appuntamenti saltuari, ricopre esattamente la stessa funzione dei musei. Come si varca la soglia di un museo per guardare le opere immortali che conserva, allo stesso modo si ritrovano al cinema alcuni dei capolavori del Novecento, visibili nel modo più adeguato». « Speriamo che la cittadinanza e le istituzioni sosteranno  la rassegna  Cinema ritrovato nell’ambito dell’impegno a promuovere la cultura, che è parte integrante della missione del Film Club Pietro Germi   Proponendo pellicole d’autore che hanno fatto la storia del cinema la rassegna  Cinema ritrovato è certamente un evento culturale importante per la  città “
Advertisements