“Van Gogh e il Giappone” al “Nuovo” e “Astoria”.

LA SPEZIA- Su di lui, che in Giappone non c’era mai stato, l’arte del Sol Levante dovette esercitare un’intensa attrazione al punto da far sorgere nell’animo del grande Vincent una sorta di ammaliante “sogno” giapponese.
L’enigma del Giappone, accanto alle bellezze della Provenza e i capolavori della mostra accolta nel 2018 al Van Gogh Museum di Amsterdam, saranno il fulcro del viaggio cinematografico che inaugura la nuova stagione della Grande Arte al Cinema di Nexo Digital.
Il 16,17 e 18 settembre arriva al “Nuovo” La Spezia e “Astoria” di Lerici  “Van Gogh e il Giappone“, il docufilm diretto da David Bickerstaff che, grazie alle lettere dell’artista e alle testimonianze dei suoi contemporanei, svela al pubblico l’intenso legame tra Van Gogh e l’arte giapponese, ma anche il ruolo che il japonisme esercitò sul lavoro del pittore olandese.

Van Gogh rimase a tal punto folgorato dagli elementi di questa straordinaria cultura visiva e dal modo in cui potevano essere adattati alla ricerca di un nuovo modo di vedere, da acquistare una serie di stampe con le quali tappezzò la sua stanza. Seguì un attento studio, da parte del pittore, delle opere giapponesi, delle figure femminili nei giardini o sui bagnasciuga, dei fiori, degli alberi dai rami contorti.

La Grande Arte al Cinema   che dal suo debutto ad oggi ha già portato nelle sale 2 milioni di spettatori – è un progetto originale ed esclusivo di Nexo Digital, distribuito con i media partner Radio Capital, Sky Arte e Mymovies.it. in esclusiva al Nuovo La Spezia e Astoria Lerici

Advertisements