Stop alle droghe tra i giovani, al via la campagna della Croce Rossa ai concerti di Baby K, Gabry Ponte e Max Gazzè

LA SPEZIA – Una simulazione dal vivo per far capire agli adolescenti i pericoli causati dalle droghe. È l’attività che la Croce Rossa della Spezia, in collaborazione con il Comune, proporrà alla rassegna “SPIN” in occasione dei concerti di Baby K in piazza Europa (3 agosto), Gabry Ponte in piazza Verdi (11 agosto) e Max Gazzè in piazza Europa (8 settembre). L’iniziativa è stata presentata questa mattina in Provincia durante una conferenza stampa con l’Assessore alla sanità e alla sicurezza Gianmarco Medusei, l’Assessore alle politiche giovanili Giulia Giorgi e i Giovani CRI della Spezia Fabio Dardengo e Lorenzo Cuciniello.

Prima dell’inizio dei concerti, a partire dalle 19.30, i Giovani della Croce Rossa coinvolgeranno i loro coetanei in un’attività di prevenzione che nei mesi scorsi ha ottenuto notevole successo in città. All’interno di un gazebo, dopo essere stati bendati, i partecipanti indosseranno delle cuffie e ascolteranno una clip audio su una serata tra amici in discoteca; poi assisteranno dal vivo alla simulazione di un soccorso in ambulanza, nella finzione per aiutare uno dei ragazzi che ha fatto uso di droghe, prima del suo trasporto urgente in ospedale; al termine i Giovani CRI e i ragazzi discuteranno insieme sul significato dell’attività.

“Si tratta di un’iniziativa importante per la tutela della salute dei nostri giovani – commenta l’Assessore Gianmarco Medusei – Bisogna combattere l’abuso di stupefacenti e alcol tra le nuove generazioni, un obiettivo fondamentale su cui siamo impegnati da tempo. Infatti è importante concentrarsi non soltanto sulla repressione, ma anche sulla prevenzione: l’attività della Croce Rossa rientra in un piano a 360 gradi per traguardare questo obiettivo”.

“Un grande ringraziamento a Croce Rossa – aggiunge l’Assessore Giulia Giorgi – per il supporto e l’impegno che fornisce all’amministrazione presidiando la nostra città, soprattutto in questi importanti eventi che richiamano tante persone e soprattutto ai Giovani di CRI per il costante impegno nel voler combattere una piaga sociale che purtroppo ancora oggi è presente soprattutto tra i più giovani. Abbiamo il grande desiderio di aiutare questa nostra meravigliosa città, affinché i giovani e i meno giovani abbiano coscienza che la prevenzione è uno strumento prezioso per la qualità della vita e che bisogna darvi grande importanza”.

Fabio Dardengo e Lorenzo Cuciniello, Giovani della Croce Rossa della Spezia, spiegano il senso dell’attività che verrà proposta ai concerti: “Durante l’esperienza sensoriale, gratuita e aperta a tutti, tanti adolescenti potranno rendersi conto in prima persona di come l’assunzione di droghe non sia un gioco, ma una scelta che può avere conseguenze pericolose. Con questa e molte altre attività, sia nelle piazze che nelle scuole del territorio, cerchiamo di promuovere tra i ragazzi stili di vita sani: nel corso del 2018, ad esempio, abbiamo coinvolto circa 2.000 studenti degli istituti superiori in campagne di prevenzione delle dipendenze da droghe”.

Advertisements