La Festa del Mare celebra San Giacomo

Levanto – Era il 1969 quando il Direttivo della Confraternita di San Giacomo Apostolo decise di ampliare i festeggiamenti per il Santo titolare inserendo l’evento all’interno di un programma che potesse coinvolgere ancor più la cittadina e i suoi abitanti e fare di questo momento una ricorrenza di cui i levantesi potessero andare fieri: era nata la Festa del Mare di Levanto.

Con le celebrazioni religiose in onore di San Giacomo il 25 luglio si concluderanno i festeggiamenti per i Cinquant’anni della Festa del Mare (1969-2019), una festa che nonostante la mezza età ha saputo rinnovarsi e ancora sa attrarre a sè non solo i tanti turisti che accorrono in riviera per le vacanze estive ma anche i levantesi che per l’evento ritornano nella città natale per i festeggiamenti.

Per essere grande una Festa ha bisogno anzitutto di volontari e del supporto della città, un insieme di realtà che sappia dedicare molto tempo nei mesi antecedenti per preparare al meglio l’articolato programma: Gruppo Storico Borgo e Valle, Confraternita di San Giacomo Apostolo e Amministrazione Comunale, ognuno per la propria competenza, ma la vera riuscita dipende poi dalle condizioni del mare e dal concorso pieno dei protagonisti: gruppi storici e le confraternite con i maestosi crocifissi della tradizione ligure.

Giovedì 25 luglio, le celebrazioni per San Giacomo Apostolo avranno il loro culmine alle 11.00 con la S. Messa solenne concelebrata e presieduta da S.E.R. Mons. Luigi Ernesto Palletti, Vescovo Diocesano, alla presenza delle Autorità civile e militari, e di Mario Spano, Vice Presidente della Confederazione delle Confraternite d’Italia che guiderà una nutrita rappresentanza di Delegati delle Confraternite del Nord Italia. Al termine della celebrazione eucaristica momento conviviale offerto dalla Municipalità di Levanto negli Orti di San Giacomo.

Alle 18.00 Solenni Secondi Vespri cantanti celebrati da Don Franco Pagano, rettore del Seminario Vescovile di La Spezia e contemporaneamente arrivo delle Confraternite in piazza della Loggia e allestimento dei crocifissi processionali. Quest’anno saranno presenti anche rappresentanze dalla Toscana e dalla Lombardia.

Dopo il consueto momento di raccoglimento per confratelli e portatori, alle 20.45 la discesa dall’Oratorio alla piazza del Popolo ove alle ore 21.00, al suono di musiche sacre, muoverà la processione con le confraternite e con i grandi crocifissi della tradizione ligure per i quali è stata avanzata all’Unesco la richiesta di riconoscimento come patrimonio immateriale. La Reliquia, che precede la Cassa del Santo, portata a braccia da levantesi in abito da marinai, sarà portata in processione da Don Franco Pagano, rettore del Seminario Vescovile di La Spezia. Dalla passeggiata alla “Pietra” il corteo si imbarca per celebrare i caduti donando al mare una corona mentre le acque brulicano di 10.000 lumini galleggianti. Il grandioso spettacolo pirotecnico sul mare suggella i festeggiamenti prima della Compieta sul Colle della Costa a concludere la 51° Festa del Mare di Levanto.

Treni speciali al termine della Festa: per La Spezia alle 00.20 e 00.40 e per Genova alle 01.10 e 01.36

Advertisements