Chirurgia a Spezia/1: Francesco Battistini deposita mozione urgente all’Assessore Viale

LA SPEZIA- Continua il malgoverno sanitario in Regione Liguria con scelte aberranti e prive di logica. Apprendiamo con preoccupazione che la super ASL ligure, ALiSa, intende accentrare tutti gli interventi ad elevata complessità a Genova e svuotare la chirurgia spezzina relegandola a piccolo ambulatorio di periferia.
In questo modo si calpestano capacità ed esperienza dei nostri medici e, contestualmente, si mette a rischio l’assistenza sanitaria dei nostri concittadini. Una volta perse le professionalità che abbiamo nella nostra azienda sanitaria sarà difficile, se non impossibile, riuscire a recuperarle.

Due sono le motivazioni addotte per spiegare la scelta, e una è più folle dell’altra. A Genova ci sarebbero troppi medici per il carico di lavoro e così si vogliono far viaggiare i malati, e le loro famiglie, avanti e indietro per l’autostrada. Alla Spezia, invece, secondo il commissario Locatelli, sarebbe meglio concentrarsi su piccoli interventi che tengono occupate le sale per poco tempo,  l’obiettivo: smaltire le liste d’attesa.
Invece di investire di più e meglio nel comparto operativo, organizzare i servizi secondo le reali necessità della popolazione e governare le liste d’attesa garantendo un’operatività più ampia si fanno proposte strampalate.

Se queste idee sono il frutto dei super manager lombardi è il caso di dire che abbiamo davvero un problema enorme. Se l’Assessore ci confermerà questo schizofrenico piano organizzativo alzeremo le barricate a tutela di pazienti, medici e infermieri.

Francesco Battistini

Consigliere Regionale

Italia in Comune
Advertisements