Roberto Traversi (M5S): “Parco Magra, l’ipotesi più realistica è che diventi interregionale”.

ROMA- Come già indicato alcuni giorni fa, il M5S sostiene Legambiente nella proposta di valorizzare il Parco del Magra: Roberto Traversi, portavoce del M5S in Commissione ambiente alla Camera dei deputati, riprende l’argomento e sottolinea “Anche a seguito degli interventi di Legambiente mi sono interessato per trovare soluzioni per trasformare Parco del Magra in Parco Nazionale e da subito mi sono impegnato per valutare le possibili alternative e sostenere la proposta. Rilevo i soliti interventi tardivi di deputati del PD sia rispetto alle proposte, sul tavolo da anni e che quindi potevano già essere state attuate, sia rispetto agli sviluppi in corso. Ho chiesto chiarimenti al Ministero per capire quali siano le opzioni realistiche, considerati i diversi tentativi di trasformare i parchi regionali in parchi nazionali ma che, di fatto, non lo sono poi diventati per mancanza di risorse o per impegni presi dai precedenti governi e mai rispettati. Spesso si è trattato di proposte finalizzate a campagne elettorali e a fini giornalistici non motivate da una reale possibilità di realizzazione. L’intento dovrebbe essere, invece, quello di tutelare l’ambiente e valorizzare i nostri parchi, costruendo progetti condivisi con il territorio e le Istituzioni interessate e tenendo conto delle risorse disponibili.”

“L’ipotesi più realistica attualmente è quella di trasformare il Parco del Magra in parco interregionale tra la Toscana, che ha già votato favorevolmente, e la Regione Liguria, dove la strada è già stata tracciata dai nostri portavoce e che speriamo proceda rapidamente e non si faccia guidare dalla solita inerzia sui temi ambientali. Auspico un veloce interessamento della Regione Liguria e una risposta positiva alla Regione Toscana in modo da risolvere la tutela e la valorizzazione unitarie dell’ecosistema fluviale della Magra e concentrare le risorse per questo importante obiettivo.”

Roberto Traversi, M5S Camera dei Deputati, Commissione Ambiente

Advertisements