Sherlock Holmes e i delitti di Jack lo Squartatore arriva a Verezzi

Due popolari divi della televisione: Rocío Muñoz Morales – che in questi giorni è su RaiUno con la quinta serie di “Un passo dal cielo”, dopo essere stata nel 2015 tra i conduttori del Festival di Sanremo – e Giorgio Lupano – da alcuni mesi quotidiano protagonista de “Il Paradiso delle signore”, soap opera pomeridiana di RaiUno – saranno in scena al 53° Festival di Borgio Verezzi mercoledì e giovedì sera. Con Francesco Bonomo e un drappello di altri attori, sono tra gli interpreti di “Sherlock Holmes e i delitti di Jack lo Squartatore”, di Hellen Salfas (uno pseudonimo dietro il quale si nasconde un notissimo drammaturgo inglese), presentato alle 21.30 in prima nazionale con la regia di Ricard Reguant, che ha anche curato l’adattamento del testo insieme a Cata Munar.
Lupano, che torna a Borgio Verezzi dopo il successo di “Figli di un Dio minore”, sarà Sherlock Holmes, con Francesco Bonomo (anche lui è già stato qui: due anni fa era Pietro, l’amico cieco de “La cena delle belve”) nel ruolo del dottor Watson, mentre a Rocio Munoz Morales, al suo debutto al Festival, è stata affidata la parte di Irene Adler, una celebre spia.
Nel 1888 Sir Arthur Conan Doyle, il creatore di Sherlock Holmes, fu chiamato più volte da Scotland Yard a offrire la sua consulenza a proposito degli efferati delitti che in quegli stessi anni sconvolgevano la Londra Vittoriana. Il noto scrittore inviò a Scotland Yard le sue intuizioni e congetture sull’identità del famoso serial killer, soprannominato Jack lo squartatore. Molti di questi scritti sono stati utilizzati per la stesura di questa originale pièce che unisce la fantasia di un personaggio inventato ma conosciuto in tutto il mondo come Sherlock Holmes, con la realtà di uno dei più crudeli assassini di quegli anni.
L’accostamento, seppur azzardato, è molto intrigante e sorprendente, tanto che il grande cinema lo ha raccontato in almeno due film, “Assassinio su commissione” con Cristopher Plummer e James Mason, e “Sherlock Holmes: notti di terrore”.
Ricard Reguant, che in piazza Sant’Agostino aveva già diretto “Dieci piccoli indiani”, ha adattato e diretto per il Teatro Apolo di Barcellona (con repliche a Madrid) questa nuova e originale avventura, mai vista sino ad ora sul palcoscenico. «Ha ricreato i personaggi di Conan Doyle,» spiega Gianluca Ramazzotti, autore del progetto artistico, «apportando freschezza e modernità nei linguaggi e nei contenuti per avvicinare così l’investigatore anche alle nuove generazioni, che da diversi anni seguono i nuovi restyling cinematografici e televisivi sulla figura di Sherlock e del dottor Watson». Oltre 130 anni dopo la pubblicazione del primo romanzo su Holmes, Sherlock è più vivo che mai con tre serie televisive, film d’azione, un videogioco, cartoni animati e numerosi studi sulle applicazioni della logica impiegata nelle indagini criminali moderne. Questo significa che il personaggio di Holmes ha oltrepassato l’epoca e la letteratura di un tempo per trasformarsi in un’icona moderna, dove le sue storie non sono più meri gialli polizieschi, ma entrano nella realtà di tutti i giorni sollevando domande sul potere politico, investigativo e sociale.

La trama
Londra 1888: nel quartiere di Whitechappel, una serie di terribili omicidi che coinvolgono giovani prostitute, sta scuotendo l’opinione pubblica. L’ispettore Lestrade, disperato per la situazione e la pressione della stampa dell’epoca, decide di presentarsi al 221 B di Baker Street per ingaggiare il famoso detective Sherlock Holmes, che insieme all’inseparabile dottor Watson inizierà le indagini per dare un volto e smascherare il terribile assassino soprannominato Jack lo Squartatore. Durante le loro indagini incontreranno Irene Adler, nota spia. Avventura e suspance costituiranno il mix esplosivo che li porterà a scoprire una verità molto più sconvolgente di quanto loro stessi potessero immaginare.

La biglietteria in viale Colombo 47 è aperta dalle 10.30 alle 13 e dalle 16.30 alle 18.30 (anche la domenica). Prenotazioni telefoniche allo 019.610167 e via email biglietteria@comuneborgioverezzi.it con lo stesso orario di apertura della biglietteria.
I biglietti sono acquistabili anche al botteghino nei giorni di spettacolo dalle 20.30 alle 21,45. Prezzi:
Primo settore: 29 euro, ridotti 27 euro
Secondo settore: 26 euro, ridotti 24 euro
Muretti: 24 euro
Ridottissimo: 15 euro (ragazzi fino a 11 anni).
Servizio di bus navetta al costo di un euro a tratta con partenza dal piazzale del Teatro Gassman (quattro corse con orario 19.15 – 19.45 – 20.10 – 20.30), e ritorno dal parcheggio di Piazza Gramsci (prima corsa 10 minuti dopo il termine dello spettacolo; tre corse a seguire a circa 20 minuti una dall’altra).

Advertisements