Massimo Recalcati e Paolo Giordano tra i protagonisti del Festival della Mente. Un articolo di Giuseppe Rudisi

SARZANA- Il prossimo 30 agosto prenderà il via a Sarzana il XVI Festival della Mente. Il trait d’union di questa tre giorni sarzanese, sempre diretta da Benedetta Marietti, è il concetto di futuro, che scienziati, filosofi, letterati, storici, artisti italiani e stranieri esploreranno dalle più disparate angolazioni, richiamando, come sempre, migliaia di spettatori per condividerne contenuti e prospettive.

«Il concetto di “futuro” è sempre stato importante e necessario per la mente umana – spiega Benedetta Mariettima acquista particolare significato in un’epoca come la nostra, densa di cambiamenti sociali, di trasformazioni tecnologiche e di incognite che gravano sul presente. Con il consueto approccio multidisciplinare, il festival si interroga sugli scenari possibili che ci attendono in campo scientifico e umanistico, senza però dimenticare che per immaginare un futuro a misura d’uomo bisogna per forza conoscere il passato. E con la ferma convinzione che il miglior modo per predire il futuro, come sosteneva Abraham Lincoln, sia crearlo e inventarlo a partire dall’oggi».

A dare il via ai circa 40 incontri programmati sarà, Amalia Ercoli Finzi, noto ingegnere aereospaziale che, da oltre 25 anni, si occupa di dinamica del volo interplanetario e di progettazione di missioni nel cosmo. Nel suo intervento “l’esplorazione spaziale ieri, oggi e domani”, potrà intrattenere il pubblico su quanto l’uomo, nel 50° anniversario dello sbarco sulla luna, ha realizzato e sta per intraprendere per scoprire i segreti dell’universo. Questo autorevole intervento sarà solo l’incipit dei 40 incontri programmati, tra cui alcuni ospiti fissi della manifestazione, come lo storico Alessandro Barbero che, alle 23.15 di ognuna delle tre serate intratterrà i numerosi spettatori, nonostante l’insolito orario, sulle rivolte popolari del medioevo tra cui quelle dei contadini francesi e inglesi e soprattutto quella dei Ciompi. Lo studioso del mondo classico Matteo Nucci dialogherà su “Achille, Odisseo e la verità sul futuro” e su “Barzellette sul Futuro” in tandem con lo scrittore e poeta palestinese Mazen Marouf.

Immancabile sarà lo psicanalista Massimo Recalcati, reduce dai successi ottenuti su Rai Tre, con il fortunato programma “Lessico amoroso”, il suo intervento sarzanese avrà come titolo: ”Sarà ancora possibile amarti?.”

Novità per il festival sarà l’incontro con Lorenzo Jovanotti e lo scrittore Paolo Giordano, insieme daranno vita a un dibattito dal titolo “L’invenzione del futuro”.

Altri protagonisti saranno la scrittrice israeliana Dorit Rabynian, il linguista Andrea Moro, i poeti Antonella Anedda e Alessandro Fo, tra gli scienziati si segnala Francesca Rossi, global leader dell’intelligenza artificale IBM, Barbara Mazzolai e tanti altri illustri ospiti che sul “futuro” avranno molto da dire e da rappresentare.

Il programma completo dei tre giorni del Festival è scaricabile al seguente link: www.festivaldellamente.it

Molto spazio verrà dedicato ai bambini e ragazzi con 20 gettonatissimi eventi tra cui workshop, letture animate e spettacoli tutti coordinati da Francesca Gianfranchi. Saranno coinvolti, come per le edizioni passate, numerosissimi volontari, lo scorso anno erano in 500 tra ragazzi delle scuole superiori, studenti universitari, associazioni culturali, che, con impegno e vitalità, hanno contribuito a decretare il successo del festival.

Nonostante la capienza molte conferenze registreranno il tutto esaurito, è consigliabile quindi prenotarsi on line essendo già attiva tale possibilità.

Giuseppe Rudisi

Questo slideshow richiede JavaScript.

Advertisements