Cantieri aperti in centro città e divieti, Confcommercio: “Perché non sono stati programmati gli interventi?”

LA SPEZIA- «Siamo alle solite. Ancora una volta siamo costretti a rilevare la scarsa programmazione degli interventi previsti in città». A sollevare la questione, la Confcommercio della Spezia. Divieti di sosta e di fermata sono infatti stati emessi in via Roma, in via Napoli e in via XX Settembre, dove per dieci giorni circa rimarranno aperti dei cantieri, precisamente dallo scorso 8 luglio fino al 17. Con i lavori in Piazza Chiodo e ulteriori tre vie della città interessate dai divieti, parcheggiare diventa impossibile. «Ci continuiamo a definire città turistica – ha detto il direttore di Confcommercio Roberto Martiniquando invece a regnare sono la disorganizzazione e la mancanza di scelte strategiche. Inoltre, com’è logico che sia, gli operai sono presenti solamente in un punto e si spostano man mano che i lavori progrediscono. Vi sono quindi cantieri aperti inutilmente, perché i lavori sono fermi. Del resto non si può pensare che gli operai possano essere contemporaneamente in tre zone differenti. Per questo chiediamo all’amministrazione come mai non si sia provveduto a lavorare per step, facendo una programmazione lungimirante degli interventi necessari, per evitare di avere aperti più cantieri in concomitanza senza che all’interno vi sia nessuno a lavorarci. Alla fine il disagio che si crea ricade sempre e comunque sulle imprese e sulle attività. Chiediamo un po’ più di rispetto non solo per chi svolge, con fatica, il proprio lavoro, ma anche per la città stessa», conclude.

Advertisements